Elezioni Amministrative

Chiaramonte Gulfi, il programma di Liberiamo la città

Presentato ieri sera

Un programma di governo per “liberare” la città dall’immobilismo in cui è stata relegata negli ultimi anni. Molteplici azioni mirate che guardano all’ambiente, all’agricoltura, ad una nuova urbanistica, dando nel contempo il giusto risalto ai servizi sociali, al turismo e alla valorizzazione dei beni culturali, a partire dai monumenti e dagli otto musei che rendono un unicum l’agglomerato urbano.

Il progetto civico “Liberiamo la città”, dinnanzi ad un pubblico di circa 700 persone, ha scoperto tutte le carte continuando quel percorso di trasparenza che l’ha portato, unica lista civica a Chiaramonte Gulfi, a presentare già da tempo tutti i quattro candidati assessori comunali e tutta la squadra dei candidati al Consiglio comunale. Tra loro moltissimi giovani, donne e uomini impegnati nella società civile ma pronti a scommettersi attorno al progetto politico del candidato sindaco Sebastiano Gurrieri. Un programma chiaro negli obiettivi, credibile nelle risorse, concreto nei mezzi, per evitare salti nel buio, improvvisazioni e promesse irrealizzabili, come ha spiegato Alessia Puglisi, giovane candidata alla presidenza del Consiglio comunale.

Progetti particolarmente importanti, in grado di cambiare il volto della città, ma anche interventi e azioni mirate che migliorano la vivibilità della città e dei cittadini. A partire dal recupero del centro storico, con la messa in sicurezza degli edifici privati, la rivisitazione del piano commerciale, ma anche una fruizione differente grazie alla sosta gratuita, per la prima ora, nei parcheggi a pagamento a strisce blu all’interno di un cambiamento della mobilità cittadina. Fiore all’occhiello sarà la riqualificazione dell’hotel “La Pineta”, patrimonio acquisito dal Comune e sul quale, come è stato dimostrato ieri sera con progettisti architetti ed esperti di politiche europee, è possibile un progetto di innovazione architettonica che lo trasformerà in un appetibile struttura turistica anche per i grandi convegni, oltre ad allocare i corsi dell’istituto alberghiero.

Una possibilità per i giovani di Chiaramonte che potranno anche contare sulla piscina prevista all’interno della struttura, che dell’area discoteca sempre interna, come avveniva in passato. Un punto principale è legato alla sicurezza in città e soprattutto nelle contrade rurali dove cresce l’allarme anche nelle ore notturne. Il progetto di “Liberiamo la città” prevede l’attivazione di un presidio notturno dei vigili urbani presso il centro anziani (durante le ore mattutine e pomeridiane resterà pienamente funzionante per gli anziani) e con servizi di pattugliamento sul territorio. Massima attenzione infine per le fasce più deboli, come anziani e disabili. Per tale ragione si prevede la creazione del “parco della salute”, l’incremento dell’assistenza alle famiglie con disabili e attività di pet therapy.