Polizia di Stato

Ragusa, controlli nelle sale giochi: scattano i verbali

Sospese alcune attività a Modica e Monterosso Almo

Sospensione di licenze e cessazione di attività abusiva. E’ il bilancio di specifici controlli effettuati in ambito provinciale nel territorio di Ragusa in vari esercizi pubblici, sale giochi, dove sono installati apparecchi da svago e intrattenimento, ed esercizi ove si pratica l’esercizio delle scommesse.

A seguito delle violazioni riscontrate nel corso di tale attività di verifica, il questore di Ragusa, Giuseppe Gammino ha adottato i seguenti provvedimenti amministrativi: sospensione di giorni venti della licenza nei confronti del titolare di una sala giochi sita nel comune di Modica, a seguito di verbali di illecito amministrativo elevati da personale del commissariato Polizia di Stato di Modica per non avere osservato l’orario di chiusura imposto nel titolo autorizzatorio, per essersi fatto rappresentare, nell’attività dello stesso esercizio, da persona non autorizzata e per non avere tenuto esposta, in luogo ben visibile, la relativa licenza di p.s.; sospensione di giorni sette della ricevuta di p.s. per installazione di apparecchi da svago nei confronti del titolare di un punto di vendita di giochi pubblici sito in Monterosso Almo a seguito di un verbale di illecito amministrativo elevato dal Comando Compagnia Guardi di Finanza di Ragusa, per avere installato all’interno dell’esercizio un ulteriore apparecchio rispetto al numero di quelli autorizzati; ordinanza di cessazione di attività abusiva nei confronti del presidente di un circolo privato ubicato nel comune di Modica a seguito di specifica attività svolta da personale del commissariato di Polizia di Stato di Modica, per avere lo stesso esercitato l’attività di gioco delle carte all’interno del predetto circolo senza aver chiesto ed ottenuto la prescritta tabella dei giochi leciti vidimata dal questore di Ragusa.

Tale attività di prevenzione, verifica e controllo nell’ambito del settore dei giochi e delle scommesse proseguirà ad ampio raggio nell’intera provincia, allo scopo di accertare il rispetto delle prescrizioni imposte nei titoli autorizzatori, prevenire e stroncare sul nascere ogni situazione di illegalità o condotta illecita, fonte di maggiore allarme sociale sotto il profilo dell’ordine della sicurezza pubblica, nonchè per contrastare, come già detto, ogni fenomeno di dipendenza patologica dal gioco d’azzardo. 

 
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1493541247-35-scherma-modica-fine-articolo.jpg