Sport

Marathon parco degli Iblei, al via settima edizione

Il 21 maggio a Ragusa

Cominciano oggi a segnalare il tracciato i componenti dello staff della Marathon Parco degli Iblei organizzata dall’Asd Bike & Co. in programma domenica 21 maggio a Ragusa. Un adempimento indispensabile per fare in modo che i corridori partecipanti lo possano fare in assoluta sicurezza, senza preoccuparsi di altro se non contare sulle proprie risorse fisiche e atletiche per cercare di fare bene.

La Marathon, giunta alla settima edizione, promossa con il patrocinio del Comune, e in particolare il sostegno dell’assessorato allo Sport retto da Massimo Iannucci, punta a registrare un elevato numero di partecipanti. E’ ancora possibile iscriversi accedendo direttamente al sito bikeeco.it. La Marathon Parco degli Iblei, che è pure valida, in uno dei percorsi, come prova di Coppa Sicilia granfondo Fci, è strutturata su un tracciato che si sviluppa quasi interamente su sterrati e single track privati e del demanio forestale. Tecnicamente il tracciato di gara presenta saliscendi con pendenze fino al 25% (solo per brevi tratti). Intanto, hanno confermato la propria presenza i componenti del team professionistico Giant con il colombiano Diego Alfonso Arias Cuervo, che ha vinto la kermesse ciclistica ragusana lo scorso anno, e gli italiani Adriano Caratide e Jacopo Billi.

Da sottolineare che la festa per la Marathon prenderà il via sabato 20 maggio, in piazza Libertà, con la creazione di una vera e propria “Fitness feast” con cui sarà possibile coinvolgere sportivi e appassionati delle discipline atletiche oltre che quelli, naturalmente, delle due ruote. “Ci stiamo preparando a vivere – sottolinea Peppe Nascondiglio dell’Asd Bike & Co. – una grande festa di sport. Vogliamo fare in modo che l’interesse verso questa manifestazione possa essere sempre crescente. Stiamo operando in questa direzione per cercare di ottenere, con l’aiuto di sponsor e sostenitori, tutte le risposte del caso. Ed è ovvio che tutto possa essere predisposto nei minimi particolari affinché, come è opportuno che sia, possa tenersi una edizione memorabile della competizione ciclistica”.