Sanità

Giornata Internazionale dell'infermiere a Ragusa

Sabato 13 maggio

Un provvedimento che apre agli infermieri nuovi spazi di intervento, nell'ottica di offrire al cittadino nuovi servizi e più appropriate risposte assistenziali sul territorio. In che modo?

Supporto alle determinazioni analitiche di prima istanza, rientranti nell'ambito dell'autocontrollo; effettuazione di medicazioni e di cicli iniettivi intramuscolo; attività concernenti l'educazione sanitaria e la partecipazione a programmi di consulting, anche personalizzato; iniziative finalizzate a favorire l'aderenza dei malati alle terapie. Sono queste alcune delle ricadute positive del decreto sull’infermiere in farmacia che sarà oggetto delle riflessioni che caratterizzerà la giornata internazionale dell’infermiere che sarà celebrata anche a Ragusa. La giornata cade il 12 maggio ma stavolta il Collegio professionale Ipasvi di Ragusa ha deciso di celebrarla sabato 13, a partire dalle 9,30, presso la sala conferenze “Pippo Tumino” della Cna in via Psaumida 38.

Nella prima parte della giornata ci sarà un evento formativo Ecm con la presenza del farmacista Luca Guccione che relazionerà su “La nuova farmacia dei servizi: uno snodo fondamentale per il sistema sanitario italiano”. A seguire Giovanni Valerio, consigliere Cda Enpapi, parlerà de “L’infermiere libero professionista nel nuovo scenario assistenziale” mentre Daniele Scapellato, componente del direttivo Ipasvi, si occuperà di illustrare il “Ruolo dell’infermiere nella farmacia dei servizi, aspetti normativi, organizzativi e gestionali”. Un altro momento atteso della giornata è quello della tradizionale premiazione per il 25esimo anno di iscrizione al Collegio di Ragusa.

Ad essere interessati saranno 102 iscritti. L’iniziativa consente ogni anno agli operatori del settore di confrontarsi su problematiche specifiche e non solo. I lavori saranno aperti dal presidente del collegio, Gaetano Monsù. L’evento Ecm è rivolto a infermieri, infermieri pediatrici, assistenti sanitari e verterà, anche, sulle ultime novità riguardanti l’ordinamento della professione. Sarà pure ricordata la figura di Florence Nightingale che può essere considerata la fondatrice della moderna assistenza infermieristica, punto di riferimento per tutti i professionisti del settore.