Irsap

Messina, emergenza zona industriale Milazzo-Giammoro

Incontro tra Irsap, Comune a aziende del territorio

“Entro un mese sarà pronto il progetto esecutivo di Riqualificazione e messa in sicurezza dell’asse viario dell’agglomerato industriale di Milazzo–Giammoro da realizzare con fondi del Patto per la Città Metropolitana per un importo totale di 2,6 milioni”.

Questo l’impegno assunto dal Commissario straordinario IRSAP Sicilia, Mariagrazia Brandara che ieri ha incontrato sindaci, rappresentanti del territorio e aziende locali, ascoltato le loro istanze e fatto anche un sopralluogo lungo l’asse viario, constatando la situazione di degrado dell’area industriale di Milazzo-Giammoro, e ha assicurato “Il massimo impegno da parte dell’Ente e della sua dirigenza per risolvere una situazione che si trascina da molto tempo. Il decoro e la vivibilità delle zone industriali sono nostra priorità, la zona di Milazzo ha sofferto notevolmente la carenza di fondi legata ai minori trasferimenti da parte della Regione ma insieme agli enti locali e al territorio lavoreremo per ridare lustro all’area e renderla appetibile per nuovi investimenti”.

“Il progetto di Riqualificazione è previsto nel programma triennale delle opere pubbliche 2017/2019 di IRSAP e Regione siciliana”, come ha detto il vice direttore IRSAP, ingegnere Carmelo Viavattene, presente insieme al responsabile dell’Ufficio periferico di Milazzo, Antonino Mancari, “è stato individuato il Responsabile unico del procedimento, ingegnere Enrico Burgio, che è al lavoro per affidare l’incarico della progettazione esecutiva e rispettare i tempi previsti”. All’incontro interlocutorio nell’aula consiliare del Comune di San Pier Niceto sono emerse le criticità e le esigenze dell’area industriale legate ai problemi di manutenzione stradale, illuminazione pubblica e sicurezza, ed è stata anche ribadita la possibilità di siglare accordi con i Comuni per l'istallazione di autovelox e i fondi ottenuti dalle contravvenzioni destinarli alla manutenzione stradale.

“E’ possibile, come già è stato fatto con il Comune di Termini Imerese - ha spiegato l’ingegnere Gaetano Collura, coordinatore dello Staff di presidenza dell’IRSAP - stipulare accordi con le amministrazioni comunali, secondo quanto è previsto dall’articolo 16 della Legge regionale sulla trasparenza amministrativa 10/2000, attraverso cui stabilire le competenze dei singoli comuni e gli interventi che essi stessi possono operare sulle strade di proprietà dell’IRSAP”. Proposta, questa, ben accolta dai presenti, che sarà oggetto di studio e approfondimento nel corso di un prossimo incontro fra le parti (i 4 comuni interessati, il comitato spontaneo della zona industriale, l’Adasc e l’autorità portuale) da fissare su iniziativa del sindaco di San Pier Niceto. 

 
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1493541247-35-scherma-modica-fine-articolo.jpg