Salute

Obesità: prima causa di morte prematura

Seguita da diabete e fumo

Il maggior numero di casi di morte prematura sono per obesità. Lo rivela uno studio presentato al meeting della Society of General Internal Medicine 2017, tenutosi a Washington e condotto da esperti della Cleveland Clinic della New York University School of Medicine.

Secondo la ricerca l’obesità si classifica al primo posto, seguito da diabete e fumo, per morti premature. A seguire troviamo pressione alta e colesterolo. Utilizzando simulazioni al pc, gli studiosi hanno stimato l'impatto di ciascun fattore (dall'obesità al fumo alla pressione alta) sul rischio di morte prematura prima dei 70 anni. In particolare, è stato osservato che l'obesità "ruba" il 47% di anni di vita in più rispetto al tabagismo. "I fattori di rischio comportamentali e modificabili costituiscono dunque un fardello notevole per la mortalità delle popolazioni", spiegano gli autori della ricerca. Corretti stili di vita intrapresi per ridurre tali fattori di rischio potrebbero di gran lunga porre un freno alla mortalità prematura.