Tradizioni

La Via Crucis a Monterosso Almo

Nella chiesa di San Giovanni Battista

La bellezza di uno spettacolo vissuto con grandissima emozione da giovani attori, le cui storie si intrecciavano con quelle dei personaggi interpretati e vissuti, ha rappresentato la cifra interpretativa, ieri sera, di “Aima, fino all’ultima goccia”.

L’iniziativa ospitata nella chiesa di San Giovanni Battista, a Monterosso Almo, è stata accolta con grande intensità dai fedeli e percepita attraverso le danze, le canzoni e i monologhi donati a chi ha assistito. Una vera e propria compenetrazione dell’anima che ha lasciato tutti a bocca aperta. I ragazzi del laboratorio teatrale condotto dal seminarista Gianluca Gibilisco, con la compagnia “I commedianti di Dio” e con le coreografie di Anna Terranova, hanno portato in scena uno spettacolo sulle sette effusioni del sangue di Cristo che è stato posto sotto i riflettori per la sua originalità. In vetrina un duplice cammino, in epoche lontanissime tra loro, quasi fuori dal tempo e dallo spazio.

“Il modo migliore – dice l’arciprete don Marco Diara – per dare il via a questa Settimana santa che, naturalmente, entrerà nel vivo domani con la cerimonia della Passione del Signore e della benedizione delle palme. Poi, anche quest’anno, intendiamo caratterizzare la giornata di domani in un modo assolutamente particolare, vale a dire con la Via Crucis vivente che inizierà alle 15,30 da piazza Sant’Antonio e che animerà le varie zone del centro storico. E’ una esperienza che, già in questi ultimi anni, si è rivelata molto profonda e che, grazie anche alla collaborazione dei ragazzi dell’Acr, abbiamo voluto riproporre per attirare l’attenzione dei fedeli rispetto a quelle che sono giornate da vivere in maniera intensa sul piano spirituale”.

La Via crucis vivente sarà poi replicata lunedì e martedì in orario serale. “La Via Crucis del lunedì – continua ancora don Diara – prenderà il via alle 20 dal santuario e sarà interpretata dai ragazzi della seconda, terza e quarta elementare. Martedì, invece, il via sarà dato alle 20 da San Giovanni e, in questo caso, ad animarla saranno i ragazzi Acr di quinta elementare, prima e seconda media”.