Cronaca

Siracusa, si barrica in casa con 8 bombole e appicca il fuoco

Due agenti ustionati

Evitata una strage ieri pomeriggio a Siracusa. Un giovane di 21 anni dopo essersi procurato 8 bombole di gpl, liquido infiammabile e un accendino, si è barricato in casa, pronto a fare esplodere il tutto. L’allarme è scattato intorno alle ore 18.

Secondo le prime informazioni il giovane aveva cosparso l’appartamento con liquido infiammabile ed era pronto ad appiccare il fuoco. Gli agenti giunti sul posto hanno subito cercato di trovare una mediazione con il giovane cercando di evitare il peggio. Purtroppo però il giovane ha desistito. I poliziotti così hanno deciso di agire con un’azione forte e decisa. Due si sono avventati sul giovane, per evitare che il suo folle progetto fosse concretizzato. Contestualmente altri poliziotti hanno disposto l’evacuazione dell’edificio. Il ragazzo è riuscito a dare fuoco anche agli agenti. Uno di loro ha riportato problemi alla cornea. Nulla, comunque, per fortuna, di particolarmente preoccupante.

Altri agenti hanno spento le fiamme addosso ai colleghi. Ne è scaturita una colluttazione, al termine della quale l’uomo è stato immobilizzato e condotto all’ospedale Umberto I di Siracusa. Il 21enne è stato arrestato e subito dopo è stato trasferito all’ospedale Muscatello di Augusta per essere sottoposto al trattamento sanitario obbligatorio