Comiso, retta disabili mentali: recuperati 800 mila euro

L'Istruttore Direttivo del Dipartimento Regionale ha confermato le segnalazioni fatte dal Coordinamento politico Centristi per la Sicilia di Comiso-Pedalino su presunte irregolarità del Comune di Comiso per la non corretta applicazione della retta ricovero disabili mentali art. 12 DPR 96 L.R.22/86 e la non applicazione dell’art. 14 della stessa legge.

E' lo stesso Coordinamento politico a diffondere copia della nota ricevuta all’esito della verifica ispettiva effettuata dall’Assessorato Regionale alle Politiche Sociali e alla Famiglia. Alla luce della risposta ricevuta, il Coordinamento politico chiede all’assessore comunale, Vittorio Ragusa, che da parte sua dichiarava che tutto era conforme a quanto stabilito dalla legge, suggerisce di soffermarsi di più sulla vicenda e a trarne le dovute conseguenze politiche, poiché la città non ha bisogno di essere governata da persone presuntuose.

Adesso grazie a questa segnalazione, che molti ritenevano pretestuosa, l’amministrazione sta procedendo all’adeguamento dell’applicazione dell’art. 14, avanzando la richiesta all’ASP di Ragusa che consentirà il recupero di una cospicua somma , circa 800 mila euro. Lo stesso Coordinamento invita poi il sindaco a leggere i documenti prima di precipitarsi ad esternare giudizi. 

 

http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1489236857-40-mickey-mouse.jpg