Acate: non perdiamo il treno dei Fondi Europei

"Ancora non si capisce che i Fondi Europei sono l’ultima opportunità che ci rimane. Diversamente muore anche la speranza. Ma l’Europa ci chiede innanzitutto di fare rete e sistema per avviare il cambiamento e l’innovazione.

L’Europa ormai premia le Aree Vaste, la Rete fra Comuni e Territori contigui e affini, il Partenariato pubblico-privato" A dichiararlo a gran voce è il sindaco di Acate Francesco Raffo, unico sindaco della Sicilia ad essere presente alla Conferenza su PAES ed “Efficientamento energetico del patrimonio pubblico in Sicilia” svoltasi al Dipartimento Regionale delle Attività Produttive di Palermo.“Quello dell’Efficientamento energetico del Patrimonio pubblico- ha dichiarato il primo cittadino- è un tema di scottante attualità e di estrema importanza, non solo perché spiana la strada ai Finanziamenti Europei, ma anche e soprattutto perché riduce i costi dell’Energia, le emissioni di CO2 e contribuisce alla salvaguardia dell’Ambiente e della Salute".

Raffo ha avuto la possibilità di confrontarsi con i massimi esperti del settore, sia a livello europeo che regionale, ed ha capito che l’obiettivo primario è: non restituire più, come nel passato, gli ingenti finanziamenti che l’Europa mette a disposizione. Per vincere la sfida occorre consolidare il Patto dei Sindaci, il Paes, che insieme ad altri Comuni è stato già approvato e visionato a Bruxelles. Antonello Pezzini, uno dei massimi esperti europei e responsabile del Patto dei Sindaci della Regione Sicilia, ha illustrato i Bandi Europei e i molteplici interventi che vanno dall’Economia, all’Ambiente ed alla Salute. Il sindaco Raffo ha esternato anche la sua amarezza, nel constatare la totale assenza di tantissimi Amministratori ed ha denunciato l’inadeguatezza della politica e della burocrazia. 

 
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1491050988-24-adamo-auto.gif

http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1491050368-45-inventa.png