Assicurazione sulla casa: è boom in Italia

Decisamente impossibile assistere agli aventi drammatici avvenuti in Italia negli ultimi anni, con sismi tremendi in grado di spazzare via interi paesi, senza restarne colpiti. Dall'Aquila ad Amatrice, eventi sismici che si ripetono purtroppo con una certa regolarità in Italia, terrorizzando sia le regioni già colpite, che tutte le altre.

Nessuno intende farsi trovare impreparato dinanzi a certe eventualità. Proprio per questo si è dato via a una vera e propria corsa alla tutela degli immobili. A dimostrare tale tendenza è un'indagine portata avanti dal sito Facile.it. Grazie ai dati raccolti è possibile evidenziare come si sia percepito un netto aumento della stipula di assicurazioni per la casa. In un solo anno l'incremento è stato del 18%. A sorprendere maggiormente però è il dato specifico a un singolo mese, agosto. Lo scorso anno in questo periodo l'Italia ha dovuto fare i conti con la tragedia che ha travolto il paesino di Amatrice, quasi spazzato via. Tante le vite perdute e gli edifici devastati, storici e non.

Non essendo questo di certo il primo terremoto avvenuto negli ultimi anni, si è riaccesa di colpo la corsa alla tutela assicurativa. L'aumento delle domande assicurative è stato del 52%. Una cifra davvero folle, che sottolinea ancora una volta come il mondo assicurativo dipenda molto dalla cronaca locale e nazionale, che gioca spesso inevitabilmente con le paure della gente. In casi del genere, nei quali spesso non domina il totale raziocinio, quanto la voglia di proteggere il più in fretta possibile se stessi, i propri beni e la propria famiglia, può capitare che ci si getti fin troppo in fretta in cose troppo grandi. Il consiglio che ci si sente di dare a tutti è quello di leggere ogni dettaglio, sempre, dei contratti che si va a firmare. Non è infatti sempre detto che in questo tipo di polizze il terremoto venga inserito tra le cause naturali coperte.

A volte invece si tratta di alluvioni, esclusi dal novero o, eventualità non così remota, potrebbero essere riscontrate delle limitazioni. Un esempio è quello delle abitazioni realizzate entro 25 metri da un campanile. Queste correrebbero gravi rischi in caso di terremoto e molte compagnie potrebbero rifiutarsi di tutelarle. Questi sono dettagli che tutti dovrebbero aver ben chiari in mente, prima di apporre la propria firma. Questo tipo di polizze, però, come sottolinea polizzecasa.net, sono suddivisibili in categorie generali. Nello specifico ce ne sono due, quella che si prefissa l'obiettivo di tutelare la struttura in sé e quella che invece protegge i beni.

E' possibile ovviamente sottoscriverle entrambe, così da ritenersi sicuro al 100%. L'errore in questo caso sarebbe dare per scontato che, tutelando la propria casa, si avrà un'assicurazione anche su quanto contenuto in essa. In merito ai costi previsti da tali compagnie assicurative, prendendo in considerazione l'esempio di una casa a Ragusa di 100 metri quadrati. Il costo annuale varierà dai 240 ai 320 euro annuali, a seconda che si tratti di un appartamento o una villetta. Questi costi dipendono dalla struttura in sé, mentre per la copertura degli oggetti è impossibile fare una stima. La cifra che si dovrà pagare, invece, per proteggere i propri beni dipende unicamente dal loro valore. La compagnia, infatti, effettuerà una stima, basata sul valore indicato dal contraente del contratto.

Infine, occorre specificarlo, non sono soltanto i proprietari a poter assicurare una struttura, magari un appartamento. Il discorso vale anche per chi vive in affitto. Per loro esiste infatti la formula 'ad uso locativo'. 

 

http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1497633128-3-vitality.gif
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1495047499-27-winner-modica.gif