Carnevale 2017 a Chiaramonte Gulfi: il programma

Il Carnevale a Chiaramonte Gulfi non è solo un momento ludico, legato al divertimento. Ma possiede anche una straordinaria funzione sociale, aggrega le famiglie all’insegna della tradizione.

E per questo ci siamo battuti, in questi anni, per fare in modo che l’evento festaiolo di maggiore richiamo della nostra realtà potesse essere rilanciato. E i numeri ottenuti finora ci hanno dato ragione”. E’ il sindaco Vito Fornaro a presentare con queste parole l’edizione 2017 del Carnevale a Chiaramonte Gulfi che può contare su un ricco programma di intrattenimento già a partire da domenica mattina e fino a martedì sera. Tre giorni di straordinario divertimento per tutti, dai piccoli ai giovani senza dimenticare chi è un poco più in là con gli anni. Il primo cittadino ha presentato il programma questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi nell’aula consiliare.

C’erano l’assessore agli Spettacoli Alessandro Cascone, il presidente della Consulta dei giovani, Francesco Scollo, Paola Giardina, responsabile della sezione staccata di Chiaramonte dell’istituto alberghiero Principi Grimaldi di Modica e Mario Molè del Consorzio Chiaramonte. “Quest’anno i carri che sfileranno – ha aggiunto il sindaco Fornaro – sono tre e in più c’è anche un gruppo mascherato che arriva da Comiso e che ha chiesto di poter partecipare alla kermesse, una circostanza che ci inorgoglisce. Le strutture, in fase di preparazione nei capannoni al mercato ortofrutticolo di Roccazzo, sono state allestite con grande sapienza manifatturiera dai giovani impegnati a dare il massimo in questo percorso che ogni anno ci riserva straordinarie sorprese anche per la sinergia che si viene a creare con tutte le realtà dinamiche della nostra cittadina.

Abbiamo una responsabilità non da poco anche perché fungiamo da punto di riferimento per tutta la provincia e, in più, verranno a trovarci visitatori provenienti da ogni parte della Sicilia”. Si parte domenica mattina alle 10 tra piazza Duomo e corso Umberto I con l’evento “Piazza in maschera”, rivolto essenzialmente ai bambini ma capace di coinvolgere pure i più grandi. Tra le novità di quest’anno, poi, la parata di tamburi che aprirà la sfilata dei carri. Il via sarà dato alle 17. Dalle 21, poi, ballo in piazza con i dj chiaramontani e non solo. Lunedì alle 19 ci sarà la presentazione del libro “Carnevale in Sicilia” di Vincenzo Giompaolo (sala convegni Leonardo Sciascia).

Quindi a seguire prenderà il via la 35esima edizione della sagra della Salsiccia curata dal Consorzio Chiaramonte e dall’istituto alberghiero. Dalle 21 musica in piazza con i dj locali mentre alle 23 l’attesa esibizione di Renèe la Bulgara direttamente da Radio M2O. Il gran finale martedì 28 febbraio con la sfilata dei carri allegorici, dalle 17, mentre alle 21 è in programma la premiazione. Alle 21,30, poi, il gran ballo in maschera, in piazza Duomo, con il dj set di Salvo e Mario Molè. “Il costo dell’intera manifestazione – ha sottolineato l’assessore Cascone – è di 38.500 euro. E’ opportuno chiarire questo aspetto per evitare che qualcuno, come già accaduto, ci speculi sopra.

Diciamo che riusciamo a organizzare una grandissima manifestazione, di valore sicuramente superiore al costo effettivo, grazie all’impegno di chi ci collabora e al prodigarsi dell’intera Giunta municipale”. Il presidente del Consorzio Chiaramonte, Mario Molè, ha spiegato che, quest’anno, per la sagra, accanto al tradizionale panino con la salsiccia, immancabile, è stato recuperato un piatto della tradizione dell’antico Carnevale chiaramontano, vale a dire i maccheroni con il sugo di maiale, che sarà proposto assieme a un contorno. La professoressa Giardina, dal canto proprio, ha tenuto sottolineare il grande entusiasmo che anima, in questo periodo, gli studenti del “Principi Grimaldi”, in quanto gli stessi non vedono l’ora di potere mettere in campo la propria professionalità fornendo la loro piena collaborazione.

Infine, il presidente della Consulta dei giovani, Francesco Scollo, ha rimarcato che per il terzo anno la collaborazione con l’Amministrazione comunale ha garantito riscontri proficui visto che è stata fatta la scelta di coltivare la tradizione del Carnevale sensibilizzando i giovani del territorio ancora più che in passato. In più, durante le giornate del Carnevale, i musei di Chiaramonte Gulfi saranno aperti al pubblico per dare ai visitatori di potere apprezzare da vicino le varie esposizioni presenti nell’ambito urbano. 

 

http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1489236857-40-mickey-mouse.jpg