Turi Badalà a Ragusa

Il detto in siciliano “Cu nasci tunnu non mori quatratu” esprime, con apprezzabile approssimazione, il concetto circa l’immutabilità dei caratteri che si formano anche in base al copione familiare ed alle esperienze ambientali.

Tale persistenza di mentalità è messa in evidenza nello svolgersi della farsa in programma domenica 26 febbraio al Piccolo teatro della Badia di corso Italia. Torna, per la rassegna di teatro comico “Ragusa Ride”, promossa dall’associazione culturale Palco Uno, con la direzione artistica di Maurizio Nicastro, la compagnia Caf di Aci Catena diretta dall’istrionico Turi Badalà. La rappresentazione, dal titolo “Canciamu misteri…o no?”, che prenderà il via alle 18,30, è una farsa in tre atti di Antonino Santangelo con lo stesso Badalà che farà da regista. Una farsa che dà luogo a ripetuti equivoci tra i protagonisti. L’atmosfera grottesca e la comicità buffonesca in cui si dipana la trama del lavoro teatrale nascondono però la sottostante realtà tragica che fa parte della vita di tutti, cioè la latente consapevolezza della fragilità della stessa.

“Ogni persona, sin da bambino, sogna quello che vuole fare da grande – dice Badalà – io, ad esempio, volevo fare il pasticciere, poi il calciatore e così via. Ma dopo tanti sogni infantili ho fatto il mestiere che era scritto nel mio destino, quello tramandatomi da mio padre: l’idraulico. Oggi, dopo anni di lavoro, sono ormai in pensione e il mio nuovo “lavoro” è quello di fare divertire il pubblico a teatro. A volte da attore, altre (come in questo caso) da regista. Ma se non ci riuscissi? Che faccio? Canciu misteri..o no?”. L’ingresso è di 8 euro per i soci, 10 per gli ospiti. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il 333.4183893. “La presenza della compagnia Caf di Aci Catena e soprattutto di Turi Badalà al teatro della Badia – sottolinea Nicastro – è sempre ben gradita.

Non solo stiamo parlando di quello che, ormai, è diventato un amico del nostro pubblico, in quanto partecipa, oltre alle rassegne invernali, anche a quella estiva, ma di uno dei personaggi più gettonati per quanto riguarda il teatro comico siciliano. La sua compagnia, qui a Ragusa, ha fatto registrare sempre il tutto esaurito. E sono certo che sarà così pure in questa occasione per vivere una domenica di Carnevale in maniera diversa dal solito. Siamo come sempre pronti a fare del nostro meglio per accogliere il nostro pubblico e far sì che possano trascorrere qualche ora all’insegna del divertimento e della spensieratezza”.