Modica, morte sospetta al Maggiore: due indagati

Un nuovo presunto caso di malasanità all’ospedale Maggiore di Modica. E’ quello di una donna di 84 anni morta lo scorso 25 gennaio a circa 24 ore dal ricovero nel nosocomio modicano.

La famiglia dopo la morte della donna ha presentato un esposto alla Procura di Ragusa che la settimana scorsa ha predisposto la riesumazione del corpo, trasferito subito dopo all’obitorio dell’ospedale Maggiore. Domani, sabato 18 febbraio, alle ore 14,30, il medico legale Francesco Coco nominato come perito dal Pubblico ministero Marco Rota eseguirà l’autopsia, alla presenza del medico legale Giuseppe Iuvara incaricato da uno dei due medici indagati. Al momento infatti sono due i professionisti indagati come atto dovuto, uno del Pronto Soccorso e l’altro del reparto di Gastroenterologia. Secondo una prima ricostruzione dei fatti l’anziana donna il 24 gennaio scorso, poco dopo le ore 7 del mattino, è stata trasferita al Pronto Soccorso del Maggiore, lamentando dolori all’addome e problemi respiratori.

I sanitari del Pronto Soccorso, dopo aver effettuato diversi esami e consulenze mediche nelle prime ore del pomeriggio visto l’aggravarsi delle condizioni dalla donna ne hanno disposto il trasferimento in Rianimazione, dove è deceduta nella mattinata del 25 gennaio. Secondo l'esposto presentato dai familiari i medici non hanno agito tempestivamente per salvare la donna. La Procura ha già sequestrato la cartella clinica e tutti gli esami di laboratorio e strumentali eseguiti all’anziana 84enne. 

 
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1493541087-13-raffaele-falco-fine-articolo.png
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1493541247-35-scherma-modica-fine-articolo.jpg

http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1493540562-9-inventa.jpg