Solarino, Noemi Inturrisi si candida con Michele Gianni

“Promuovere un’idea nuova d’impegno politico”. Sarà questo l’impegno principale di Noemi Inturrisi, candidata al Consiglio comunale con la lista che vede Michele Gianni in corsa per la carica di primo cittadino.

“Non mi rassegno al luogo comune che solo i disonesti e i corrotti facciano politica – afferma –. Le quote rosa non sono reali, è reale il fatto che le donne rappresentiamo metà della popolazione ed è giusta una nostra presenza nella gestione della vita pubblica. Credo che anche questa sia una questione culturale. Inoltre la collaborazione fra uomo e donna diventa fondamentale come in tutti gli aspetti della vita”. Classe 1986, diplomata all’Istituto Alberghiero di Siracusa, dopo la laurea triennale in Scienze della Formazione e dell’Educazione ha conseguito il titolo specialistico in Psicologia ed è rientrata nel mondo della scuola da docente precaria di Enogastronomia alla sezione alberghiera del carcere di Cavadonna e come docente ai corsi serali dell’istituto Alberghiero di Lentini.

Per un lungo periodo è stata impegnata nel sociale. La collaborazione con una comunità di minori ha contribuito ad accrescere il suo senso civico.Prossima alle nozze, convolerà ad agosto, ha deciso di aggiungere agli impegni personali quelli politici, che, da sempre, ha tenuto ben lontani da sé. “Un distacco dovuto a una visione distorta della politica fonte, spesso, di molti mali della società. Ma la politica non è un essere vivente e spesso a farla sono stati, sono e saranno, uomini che hanno obiettivi e interessi personali – sostiene –.

Sono queste le deformazioni che vanno contestate”. Esponente del gruppo politico che fa capo all’ex sindaco di Solarino Pietro Mangiafico, Noemi Inturrisi sarà fra i 12 che tenteranno di entrare in Consiglio comunale con un obiettivo ben chiaro “rinnovare le logiche e gli stili di fare politica per il bene della comunità – prosegue –. Per farlo occorre guardare al passato e riesaminarlo con prospettive ottimiste e propositive. Passato e futuro sono due assi temporali egualmente necessari per una gestione migliore della res publica”.

Per questo punta su Michele Gianni, da anni in Consiglio comunale, quindi “pronto, sia politicamente sia culturalmente a guidare la città verso una nuova rinascita”.