Comiso, strisce blu a pagamento per i disabili

“Nonostante le promesse degli attuali amministratori in campagna elettorale che annunciavano l’abolizione dei parcheggi a pagamento, ad oggi nulla è stato fatto. Anzi oggi fanno pagare perfino i disabili. Vergogna!”.

A denunciare la questione è il consigliere di opposizione, Giorgio Assenza, che ieri ha presentato, sull’argomento, un’Interrogazione al Sindaco della città. “Il diritto alla mobilità, sancito dalla Costituzione, deve essere protetto e garantito, soprattutto per i cittadini diversamente abili, in quanto costituisce condizione essenziale per la loro integrazione sociale. Il Cude (Contrassegno unificato disabili europeo) autorizza il parcheggio sui posteggi generici riservati ai disabili, sulle zone a disco senza limitazioni di orari, mentre sulle strisce blu, nel caso di indisponibilità dei posti riservati, la legge e alcune sentenze della Cassazione attribuiscono ai Comuni la facoltà di fissare, in piena autonomia, le regole e l’eventuale gratuità della sosta.

In Italia, la quasi totalità dei Comuni consente la sosta gratuita ai cittadini diversamente abili e ai loro accompagnatori. Comiso non è tra questi”. “Auspichiamo - conclude Assenza - che la nostra città entri a far parte presto del mondo civile, concedendo la gratuità della sosta ai cittadini diversamente abili, provvedimento che, al di là dell’aspetto economico, farebbe compiere alla nostra città un passo in avanti nel percorso di crescita civile, frenato da amministratori palesemente inadeguati”. 

 
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1493541247-35-scherma-modica-fine-articolo.jpg