Sesso, arriva la Kisspectina: ormone della passione

Kisspectina è il nome della molecola detta del “bacio” oggetto di una sperimentazione condotta all’Imperial College Londra da alcuni ricercatori che ha coinvolto un gruppo di persone.

Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Clinical Investigation. La ricerca è stata eseguita su 29 individui di sesso maschile (l'esperimento sarà presto ripetuto su donne) a cui è stato somministrato o kisspectina o placebo (in doppio cieco, ovvero senza che né volontari né ricercatori sapessero chi prendeva l'ormone e chi il placebo). Subito dopo il cervello dei partecipanti è stato monitorato nella risonanza magnetica mentre i volontari guardavano immagini di tipo sessuale o di coppie innamorate. Sotto l'influenza della kisspectina, ma non del placebo, il cervello dei volontari si iperattiva in aree neurali già note per essere coinvolte nell'eccitazione sessuale e nell'amore romantico.

Immagini di altra valenza non sortiscono lo stesso effetto anche sotto l'azione dell'ormone. Quindi secondo gli scienziati la kisspectina mette il turbo a circuiti neurali comportamentali legati a sesso e amore giocando un ruolo chiave nello stimolare alcune delle emozioni e reazioni che portano a sesso e riproduzione. I ricercatori dai dati emersi dallo studio sostengono che la molecola del “bacio” o “ormone della passione” potrebbe essere usata per aiutare persone con disturbi nella sfera psicosessuale e con difficoltà di concepimento.
 

 

http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1489236857-40-mickey-mouse.jpg