Una stampante in 3D per pelle umana

Una stampante in 3D che riproduce lembi quadrati di pelle dal lato di 10 centimetri in appena 35 minuti. E’ stata realizzata, usando un mix di cellule umane e plasma, da José Luis Jorcano, dell'università Carlo III di Madrid. La stampante servirà per sperimentare nuovi farmaci, cosmetici e sostanze chimiche.

La funzionalità della stampante in 3D è uguale a quella delle tradizionali che realizzano oggetti sovrapponendo sottili strati di materiale. Allo stesso modo il dispositivo realizzato dai ricercatori spagnoli stampa tessuti molto simili alla pelle umana. In sostituzione del normale 'inchiostro', normalmente fatto da materiali plastici, la biostampante sovrappone strati di plasma e cellule prelevate per mezzo della biopsia e fatte moltiplicare in provetta. La stampante riesce a riprodurre fedelmente la struttura della pelle, con uno strato più esterno che protegge dall'ambiente esterno, e un secondo più sottile ricco di collagene, la proteina che garantisce l'elasticità.

Lo strumento, già pronto per sperimentare farmaci o cosmetici, promette di ridurre tempi e costi rispetto alle tecniche usate finora. La notizia è stata pubblicata sulla rivista Biofabrication. (La prima stampante 3D per la pelle (fonte e foto: Universidad Carlos III de Madrid) 

 
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1493541247-35-scherma-modica-fine-articolo.jpg