Musica a Le Fate di Ragusa

Impossibile resistere al loro ritmo, muoversi seguendo le loro canzoni. Impossibile non rimanere rapiti dai loro testi, diretti, particolari, che raccontano di quest’era così strana che attraversiamo, dominata da un caos in ogni angolo, in cui l’essere umano cerca di sopravvivere alla tentazione di perdersi.

Serve allora un risveglio, singolare e collettivo, per riprendersi un posto nel mondo. E’ quello che hanno cantato e raccontato Rossella Aliano e il suo “Blood Moon Project” sabato sera per il secondo appuntamento della terza edizione di “Caféine mon amour - l’ora della ri-creazione al gusto musicale del caffè” al caffè letterario “Le Fate” di Ragusa. Ancora un successo per la rassegna diretta dal cantautore Carlo Muratori che ha ospitato la cantautrice catanese. Con lei sul palco, Gianpiero Vassallo alla chitarra elettrica e acustica, Marco Asero alle tastiere, Salvatore La Rocca al basso e Paolo Scutto alla batteria.

Il pubblico ha apprezzato la loro musica e il nuovo progetto che li vede protagonisti: l’ album “Blood Moon”, di recente uscita, regala a chi lo ascolta, e lo balla anche, un ritratto preciso e pulito del contemporaneo nei quattordici brani che lo compongono. Ad aprire l’appuntamento, come di consueto, le parole del direttore artistico Muratori che ha introdotto il gruppo e il loro percorso musicale, fatto di musica, voce e contaminazioni. La musica della Aliano è stata piacevolmente accompagnata dalle prelibatezze dell’angolo bar de “Le Fate”.  

 

http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1489236857-40-mickey-mouse.jpg