Rischio sismico a Ragusa: iniziative Anci

Approvato con 21 voti favorevoli, venerdì sera in Consiglio Comunale a Ragusa, l’ordine del giorno presentato dai Consiglieri Manuela Nicita e Sonia Migliore del Lab 2.0, per impegnare l’amministrazione comunale ad aderire alle attività dell’ANCI in merito alle politiche di sensibilizzazione dei territori sul rischio sismico e quelle che riguardano la solidarietà nei confronti delle comunità colpite dai sismi.

Tema quantomai attuale, anche se l’odg è stato presentato poco dopo i terremoti che hanno colpito il centro Italia ad agosto scorso, il documento approdato in aula venerdì impegna l’Amministrazione Piccitto a: aderire alla proposta dell’ANCI di istituire la “Giornata nazionale della protezione civile”; a chiedere all’Anci di impegnarsi affinché sia rifinanziato anche per le annualità successive al 2016 il fondo per la prevenzione del rischio sismico previsto dalla legge e affinché siano completate le procedure per le precedenti annualità nei tempi più brevi; chiedere alle Regioni di assegnare alle attività di prevenzione del rischio da evento calamitoso un budget annuale pari ad almeno l’1% del bilancio regionale; coinvolgere la comunità locale sulle problematiche legate ai rischi presenti sul territorio comunale e sulle misure da adottare per prevenirli, per auto-proteggersi e per ridurre l’impatto delle catastrofi naturali sulla popolazione e sui beni; fissare entro i prossimi 60 giorni una esercitazione per posti di comando in attuazione della pianificazione comunale di emergenza al fine di monitorare gli aspetti positivi e rilevare le eventuali criticità; adottare i principi della resilienza aderendo alla campagna promossa da ANCI e dalle ANCI regionali sulle città resilienti ed in particolare per la pronta risposta in emergenza a seguito del verificarsi degli eventi calamitosi al fine di garantire ed assicurare la continuità amministrativa in emergenza secondo le indicazioni fornite dal dipartimento nazionale della Protezione Civile d’intesa con ANCI.

Con l’approvazione del documento, inoltre, i Consiglieri si sono impegnati a devolvere il gettone di presenza della seduta consiliare a favore dei Comuni colpiti dal sisma. “Certamente non potevamo pensare che l’odg sarebbe stato discusso in aula proprio pochi giorni dopo una serie di nuovi terremoti – dichiara Manuela Nicita, che fa parte della Commissione Ambiente dell’ANCI – né potevamo immaginare che a questi si aggiungessero anche condizioni meteo eccezionali che hanno aggravato la situazione. Siamo solidali con le popolazioni colpite da queste calamità e sono lieta che il Consiglio comunale, all’unanimità, abbia votato il documento che impegna l’Amministrazione non solo ad aderire alle iniziative ANCI, ma anche a tenere alta la guardia su questi temi”.

“L’odg – dichiara invece Sonia Migliore – si affianca a quello approvato a novembre, sempre su nostra iniziativa, con il quale si impegna l’Amministrazione a dotare la città del Fascicolo del Fabbricato, un documento che riporterà l’analisi del grado di vulnerabilità degli edifici e la cronologia degli interventi effettuati su di essi per avere contezza delle loro condizioni. Si promuoveva, inoltre, l’istituzione di un tavolo tecnico tra Comune, Protezione Civile, Prefettura, associazioni e categorie per attivare una raccolta dati che consenta l’elaborazione di strategie di interventi e rivendicazioni presso la Regione il Governo nazionale.

Ora la palla passa definitivamente all’Amministrazione – conclude Migliore – che dovrà dare seguito ai due ordini del giorno”.