Palermo, uccisi e sepolti in auto

Sono state avviate le ricerche a Carini dei corpi di Antonino Failla e Giuseppe Mazzamuto, uccisi e sepolti sotto terra con la Fiat Uno con cui erano andati all'incontro organizzato per eliminarli.

Il pm della Dda di Palermo Roberto Tartaglia ha sequestrato un terreno nella zona industriale per cercare la macchina: a indicare la zona il pentito Antonino Pipitone, che sta aiutando i pm a far luce su una serie di delitti di mafia irrisolti. Failla e Mazzamuto, uccisi nel 2000, sarebbero stati assassinati su ordine dei boss Lo Piccolo che li riteneva responsabili della scomparsa di un loro familiare, Luigi Mannino, eliminato col metodo della lupara bianca nel 1999.

Dopo aver ucciso i due- uno venne strangolato, l'altro fu ammazzato con un colpo di pistola- i boss decisero di seppellirli con l'auto per evitare che il veicolo venisse trovato.