La vita sedentaria invecchia

La vita sedentaria invecchia. Lo rivela uno studio dell’University of California San Diego School of Medicine, pubblicato su American Journal of Epidemiology.

Dai dati raccolti nella ricerca si evince che le donne anziane che trascorrono più di 10 ore della loro giornata sedute e che fanno pochissima attività fisica presentano cellule che sono di ben 8 anni più ‘vecchie’ da un punto di vista biologico, rispetto alle coetanee più attive. Il problema risiede nei loro telomeri, che come parte del normale processo di invecchiamento, si accorciano e si sfilacciano; ma nelle persone dedite ad attività poco salutari quali il fumo o nei soggetti obesi questo processo subisce un’accelerazione.

E non è un bene perché oltre che all’invecchiamento, l’accorciamento dei telomeri correla con le malattie cardiovascolari, con il diabete e con la maggior parte dei tumori. La ricerca ha coinvolto circa 1.500 donne di età compresa tra i 64 e i 95 anni ed è stato condotto tra quelle reclutate alla Women's Health Initiative (WHI), uno studio longitudinale condotto negli Usa allo scopo di individuare le cause delle patologie croniche nelle donne in post-menopausa.