Sicilia nel calice a Ragusa

Prendono il via gli appuntamenti con la degustazione di vini d’etichetta associati a piatti gourmet. L’idea di Jobbing Centre Ragusa, che ha già ottenuto ampi consensi, diventa più estesa, si amplia. E dopo “Sicilia nel calice” ecco che arriva “L’Italia nel calice”.

Il primo appuntamento, nella sede di contrada Puntarazzi, è in programma venerdì 20 gennaio, alle 20,30. Riflettori puntati sul Piemonte con vini che non hanno bisogno di presentazione come Gavi, Barbera d’Alba, Langhe Nebbiolo, Barolo Riserva e Moscato d’Asti. “Come è nostra consuetudine – sottolinea l’amministratore delegato di Jobbing Centre, Giansalvo Allù – intendiamo associare queste etichette a cinque piatti realizzati dai nostri tre chef. Quindi, ogni piatto sarà accompagnato da uno speciale vino che ci permetterà di conoscere la cultura e la tradizione di quel territorio.

Dopo i buoni riscontri ottenuti con Sicilia nel calice, abbiamo pensato di allargare i nostri orizzonti e quelli dei nostri ospiti per fare in modo che possa essere accresciuta, ulteriormente, la cultura enogastronomica di ciascuno di noi e di chi viene a trovarci. La collaborazione con il nostro staff sarà poi essenziale per fare in modo che possano arrivare risultati di un certo tipo”. 

 
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1493541247-35-scherma-modica-fine-articolo.jpg