Ospedale Modica: nessun depotenziamento

Il direttore generale dell’Asp di Ragusa, Maurizio Aricò, interviene con una lunga nota sulla questione del “depotenziamento” dell’ospedale Maggiore di Modica a seguito della nuova rete ospedaliera siciliana annunciata nei giorni scorsi ai sindacati dall’assessore regionale alla Salute, Baldo Guccirdo.

“Pur non entrando nel merito delle scelte fatte dall’Assessorato, in piena autonomia, e nelle more che il documento venga condiviso con le Aziende stesse, - commenta Aricò – accolgo con favore uno strumento che potrebbe portare allo sblocco delle assunzioni del personale. Relativamente ai timori espressi su un possibile depotenziamento dell’ospedale Riunito di “Modica-Scicli”, la direzione conferma che nessun provvedimento di depotenziamento, riduzione del numero o della qualità delle Strutture Sanitarie è stato adottato o proposto dal Direttore Generale all’Assessore né ad altra autorità competente. È ferma volontà della Direzione continuare il percorso di potenziamento dei tre ospedali di Ragusa, Modica e Vittoria.

In particolare, si ricordano gli interventi strategici effettuati, e in corso, nell’OO.RR. “Modica-Scicli”, tra cui: il completamento della sala Operatoria di Ortopedia; la costruzione del nuovo Pronto Soccorso; l’avvio della Guardia medica attiva pediatrico-neonatologica e della pratica di parto-analgesia; il potenziamento, in corso, della attività di otorinolaringoiatria; gli imminenti lavori di miglioramento strutturale delle Malattie Infettive; il prossimo trasferimento della Psichiatria da Scicli a Modica; la avvenuta apertura della Vasca per la riabilitazione in acqua; i lavori di adeguamento delle palestre per l’avvio della convenzione con l’IRCCS “Bonino-Pulejo”; il completamento imminente del Padiglione “N”.

Questi fatti concreti testimoniano – conclude il manager Aricò - l’impegno della Direzione per il potenziamento della attività sanitaria e delle strutture ospedaliere per l’ampio bacino di popolazione che affluisce all’Ospedale Riunito “Modica-Scicli”, strategico per la provincia”. La collaborazione con le amministrazioni comunali di Modica e Scicli è tradizionalmente molto positiva, come testimoniato dallo sforzo congiunto per il pronto Soccorso di Modica, ma anche dal percorso congiunto con la nuova Amministrazione del Sindaco Giannone, volto all’avvio della ambulanza medicalizzata per la popolazione di Scicli. Sul versante Vittoria-Comiso la Azienda è intervenuta con lavori straordinari tra cui: rifacimento del corridoio della Radiologia; ristrutturazione del reparto di Ginecologia-Ostetricia e del reparto di Pediatria, di recente inaugurazione; rifacimento in corso della Camera Mortuaria; avvio dei lavori di ristrutturazione dei reparti di Chirurgia Vascolare e Ortopedia; ristrutturazione del fabbricato da adibire a Ufficio Ticket; progettazione della nuova colonna di ascensori esterni.

Sul versante di Ragusa naturalmente ferve la attività per il completamento del nuovo ospedale, di cui si avvicina la apertura. “Applicheremo, come sempre, - conclude Aricò - le disposizioni che l’Assessorato vorrà emanare. La Direzione Generale rimane al fianco delle Amministrazioni locali e della popolazione sulla strada della crescita della Sanità della intera provincia”.