Attenti al virus su WhatsApp: ruba dati

Un virus che fa razzia dei dati personali circola su WhatsApp. A lanciare l’allarme è il quotidiano online IBTimes (International Business Times), presente online con 10 edizioni in lingua.

Secondo il report diffuso nelle scorse ore dal quotidiano online di New York, il virus sarebbe stato avvistato per la prima volta in India, ove alcuni utenti hanno segnalato d’aver ricevuto, proprio su WhatsApp, un messaggio che faceva riferimento a presunti documenti pubblici importanti. Questi ultimi, erano in formato “xls” (Excel), ma potrebbero anche essere diffusi in “.doc” (Word), ed in PDF: in genere, indipendentemente dal formato dei file in questione, la credibilità dei medesimi veniva ottenuta attraverso l’attribuzione ad enti governativi, nel caso specifico la NIA (National Investigation Agency) e la NDA (National Defense Academy).

Il virus entra in azione quando si clicca sui file che scandaglierebbe il device alla ricerca di dati sensibili, come le credenziali di accesso ai siti, le password, i log-in bancari e degli e-commerce, i PIN digitati come ulteriore misura di sicurezza. Ovviamente, i dati testé citati – una volta individuati – verrebbero spediti, seduta stante, a server remoti controllati dai cybercriminali che li utilizzerebbero, poi, o per confezionare ulteriori campagne mirate, o per trarne immediato e personale profitto (anche attraverso le vendite nel Deep Web).

In India le Istituzioni si sono già attivate per arginare la circolazione dei file “NDA-ranked-8th-toughest-College-in-the-world-to-get-into.xls” e “NIA-selection-order-.xls”, responsabili dell’attacco hacker. 

 
http://www.quotidianodiragusa.it/immagini_banner/1493541247-35-scherma-modica-fine-articolo.jpg