Ragusa, bestemmia e urla in chiesa: finisce in psichiatria

Un poliziotto della Squadra Volanti della Questura di Ragusa, libero dal servizio, ieri mattina mentre si trovava tra i fedeli riuniti nella chiesa di San Giuseppe Artigiano in via Pietro Nenni a Ragusa per partecipare alla funzione religiosa, è intervenuto per allontanare un uomo che era piombato in chiesa e, durante la messa aveva cominciato ad inveire e bestemmiare contro la comunità riunita in preghiera.

Per riportare la calma, anche tenuto conto del periodo storico attuale, l’operatore ha allontanato la persona, riconoscendola come noto pregiudicato, fuori dalla chiesa.
Appena fuori dalla chiesa l’uomo, un pluripregiudicato quarantenne ragusano, C.L., ha continuando a inveire il poliziotto aggredendolo al volto.
Sul posto è intervenuta una pattuglia della Squadra Volante che ha fermato il pluripregiudicato e lo ha trasferito in ospedale dove è stato sedato e portato nel reparto di psichiatria per ulteriori cure.

Il poliziotto ha dovuto fare ricorso alle cure mediche riportando un trauma contusivo al volto, con diversi giorni di prognosi. Per C.L., pluripregiudicato quarantenne ragusano, tenuto conto dello stato psicofisico accertato, è scattata la denuncia per violenza a Pubblico Ufficiale.