Ragusa, Gdf sequestra discarica abusiva rifiuti

Cumuli di materie plastiche provenienti dalle serre agricole, imballaggi plastici di prodotti ortofrutticoli, materiale cementizio e ferroso, pneumatici dismessi e vasche idriche di eternit, per un quantitativo complessivo pari a circa 40 tonnellate. Sono stati rinvenuti e sequestrati dalla Guardia di Finanza di Ragusa.

Il sequestro dell’area, avvenuto con il supporto tecnico e la collaborazione di funzionari del “Settore Territorio e Ambiente” del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, già Provincia Regionale, si è reso necessario per evitare ulteriori gravi conseguenze derivanti dall’abbandono e dallo smaltimento illecito di rifiuti. Infatti, si è appurato che il sito in parola è stato più volte utilizzato per bruciare enormi cumuli di materie plastiche, sottraendole così al loro regolare smaltimento. Il proprietario del sito è stato deferito alla locale Autorità Giudiziaria per violazioni in materia ambientale.

Allo stesso è stata intimata l’immediata bonifica dell’area, nonché il ripristino dello stato dei luoghi. L’abbandono incontrollato di rifiuti, oltre a costituire un deturpamento del territorio, stante la natura dei materiali stoccati, può provocare una contaminazione del suolo, con conseguente potenziale danno per la salute della collettività.