Il Modica espugna il Santuzzo

Successo esterno del New Modica Calcio che sotto una pioggia battente e in un campo pesantissimo, con una doppietta di Antonio Occhipinti (alla sua dodicesima marcatura stagionale tra Campionato e Coppa) espugna il “Santuzzo” di Floridia e accede ai quarti di finale di Coppa Sicilia. Una partita bella e combattuta da entrambe le squadre che nonostante le avversità metereologiche hanno espresso un gioco di ottima fattura lottando su ogni pallone per tutti i 95' di gioco.

I rossoblù del presidente Mommo Carpentieri seppur in formazione rimaneggiata hanno giocato una gara caparbia riuscendo a “violare” il terreno di gioco dei neroverdi di mister Attardo, cosa che in questa stagione non era riuscita a nessuna formazione. La gara inizia subito a ritmi alti con il Modica che forte dello 0 – 0 della gara di andata tiene in mano il pallino del gioco nel tentativo di segnare un gol che avrebbe costretto il Floridia a scoprirsi. La prima emozione, tuttavia, è di marca locale.

È il 15', quando Greco prende in contropiede la difesa dei “Tigrotti” e s'invola verso la porta rossoblù e giunto al limite tira debolmente con Limone che para facilmente. Risponde il Modica al 18' con Caccamo che serve Occhipinti che “scarica” al limite per Livia il cui tiro finisce di poco sul fondo. Al 22' altro contropiede dei locali con Tosto che arriva in area di rigore, ma il suo tiro e smorzato da un intervento di Paolino e parato a terra da Limone. Al 24' i “Tigrotti” passano in vantaggio. Galfo dribbla un paio di avversari e arrivato al limite viene fermato fallosamente. L'arbitro assegna la punizione che Occhipinti trasforma magistralmelte con un tiro che s'insacca nel sette alla sinistra di Meo.

Al 38' Greco ci prova con un tiro a girare all'interno dei sedici metri, la sfera sfiora il palo alla sinistra di Limone e finisce sul fondo. Al 45' Galfo (ottima la sua prestazione) chiede e ottiene una triangolazione con Livia e giunto al limite fa partire un tiro che finisce di una spanna a lato dal sette alla sinistra del portiere. È questa l'azione che manda le due squadre al riposo. Nel secondo tempo al primo affondo arriva il pareggio del Floridia. È il 5' quando un tiro di Interlandi è parato difettosamente da Limone che in tuffo riesce a riprendersi il pallone, ma Paolino entra fallosamente su un avversario e il direttore di gara assegna giustamente il calcio di rigore che Quartarone trasforma con un tiro angolatissimo che finisce all'incrocio dei pali alla destra di Limone che aveva intuito l'angolo di tiro.

Il Floridia crede nella qualificazione e attacca con maggiore continuità, ma la difesa rossoblù è impeccabile e ben registrata e non corre grossi rischi. Al 27' punizione dal limite di Sabellini con palla che si abbassa improvvisamente, ma finisce di poco alta sulla traversa. Al 31' Tosto si libera al limite e tira in porta, Limone si distende in tuffo alla sua sinistra e respinge a pugni chiusi. Al 34' il Floridia resta in dieci per l'espulsione di Inturrisi per doppio giallo. Con il Floridia sbilanciato in avanti alla ricerca del gol qualificazione il Modica è cinico e prova a chiudere la contesa.

Al 39' Livia si smarca al limite dell'area avversaria e tira prontamente con Meo che para a terra. Nel secondo dei 5' di recupero concessi dall'arbitro il Modica trova il gol che chiude il discorso qualificazione. Lo realizza ancora Antonio Occhipinti che va via in contropiede e appena giunto davanti a Meo lo trafigge con un tiro a mezza altezza che s'insacca alla sinistra del portiere. Al 95' arriva il triplice fischio che consegna ufficialmente il passaggio del turno per i ragazzi di mister Di Martino, ma il Floridia esce dalla competizione a testa alta e da domani si dedicherà soltanto al campionato che lo vede protagonista nel girone E dove i ragazzi di Attardo sono in corsa per il salto di categoria trovandosi al secondo posto a sole due lunghezze dalla capolista Sporting Augusta.