I Love Norcia a ChocoModica: vendute 500 barrette

Ben 500 barrette di cioccolato sono state vendute nell’ambito del progetto “I love Norcia”, nell’ambito di ChocoModica 2016. L’iniziativa voluta fortemente dal Rotary di Modica con la collaborazione del Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica e della Federazione Italiana Scherma, ha coinvolto questa mattina centinaia di piccoli alunni delle scuole modicane che hanno affollato l’aula consiliare con la loro gioia e la loro solidarietà.

Il ricavato dell’evento andrà infatti a contribuire alla ricostruzione del centro umbro fortemente danneggiato dal terremoto. Da Norcia è arrivato Alberto Allegrini, vice presidente della fondazione “I Love Norcia”, creata da un gruppo di cittadini e imprenditori umbri che rappresenta la voglia di una comunità di continuare a vivere in quei luoghi unici al Mondo. “E’ stata una giornata magnifica – sottolinea quello che è anche il presidente Ascom di Norcia – perché siamo stati accolti come se ci conoscessimo da una vita. Ho notato nei bambini, nell’amministrazione comunale e in tutto lo staff organizzativo un senso di fraternità che vale più di ogni altro commento. Modica e Norcia saranno per sempre città amiche.

Grazie veramente di cuore a tutti, non dimenticherò questa giornata”. All’iniziativa ha partecipato anche la Federazione Italiana Scherma nella persona del suo presidente Giorgio Scarso: “A Norcia la nazionale è di casa. Tante volte siamo stati ospiti nei nostri ritiri prima di Mondiali e Olimpiadi. Siamo rimasti molto colpiti dopo il sisma che l’ha ferita così profondamente. Vedere però tanti bambini che hanno comprato il cioccolato modicano mi ha riempito il cuore di orgoglio e mi fa ben sperare per il futuro, perché loro sono il nostro futuro”.

Il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, ha ringraziato tutti i partecipanti dicendosi orgoglioso dei suoi piccoli concittadini: “Mi sono commosso durante la consegna dei cuori da parte dei bambini ad Alberto Allegrini. Negli occhi dei bambini ho visto la voglia di aiutare il prossimo, la solidarietà verso una città a loro sconosciuta ma che hanno imparato ad amare anche grazie al lavoro dei loro insegnanti, oggi magnifici nel collaborare a questo evento. Miglior modo di dare il via a ChocoModica non poteva esserci. Modica e Norcia per sempre vicine”.