Modica, ritrovato il cadavere di Alessio Iabichella

E’ stato ritrovato, dopo dieci ore di ricerche, all’interno del capannone il cadavere carbonizzato del 26enne, Alessio Iabichella. Il giovane elettricista è rimasto vittima del pauroso incendio che si era sviluppato ieri pomeriggio intorno alle ore 16 in uno dei quattro capannoni dell’azienda OvoBlanco che si trova in contrada Liccio sulla Sorda Marina di Modica. Il corpo è stato ritrovato sotto alcune gabbie crollate nel punto dove era stato indicato dal dipendente dell’azienda che prima dell’incendio si trovava con lui all’interno della struttura.

Sin da subito sul posto erano intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Modica e del Comando provinciale di Ragusa per spegnere le fiamme e per cercare il giovane disperso. Intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Modica, guidati dal capitano Edoardo Cetola, che stanno ricostruendo la dinamica dei fatti. I genitori e la sorella di Alessio da ieri pomeriggio sono rimasti nell'azienda ad attendere invano il ritrovamento del proprio familiare ancora vivo. Con loro anche la fidanzata. Tutti speranzosi hanno chiamato continuamente al cellulare di Alessio che però dava spento. Il corpo è stato ritrovato intorno alle ore 2. Stamattina sono state avviate con le procedure  per la delicata operazione di recupero. Sul posto sono ancora presenti due squadre dei vigili del fuoco, un'autoscala ed un'autogrù. Presenti anche il magistrato di turno, il medico legale, e i carabineri di Modica.