Ostuni, nuovo caso di Xylella

Sradicare l’ulivo infetto dalla Xylella a Ostuni e tutte le altre piante che si trovano nel raggio di 100 metri. E’ quanto chiesto dalla Commissione europea intervenuta subito dopo la notizia del nuovo attacco del batterio. Il competente comitato di Bruxelles è stato ufficialmente informato ieri del rinvenimento di un ulivo infetto a Ostuni, in una zona 'cuscinetto' finora immune.

In seguito a questa comunicazione, la Commissione europea ha reso noto che sta seguendo "con grande preoccupazione" l'attuazione delle misure UE per il contrasto alla diffusione del batterio xylella fastidiosa sul territorio italiano. Per questo motivo, e per evitare l'ulteriore diffusione del batterio, Bruxelles raccomanda l'applicazione delle misure più radicali, che prevedono non solo l'eradicazione dell'olivo infetto ma anche, ricorda il portavoce, "la rimozione di tutte le piante potenzialmente ospiti del batterio nel raggio di 100 metri" intorno all'albero in questione.