Caltagirone, una struttura per adulti e minori vittime di violenze

Intesa Comune – parrocchia Madonna del Ponte per la gestione e valorizzazione dell'immobile di via Pisciaro, da destinarsi a centro di accoglienza di persone in difficoltà appartenenti alle fasce deboli della comunità locale. Si tratta del centro polivalente realizzato anni addietro (i lavori furono avviati nei primi mesi del 2012) con i finanziamenti del "Pisu" Caltagirone, per un investimento complessivo di 1.330.000 euro. Si è così creata una struttura per dare riparo ad adulti e minori vittime di violenze e abusi, con la possibilità di svolgervi varie attività di laboratorio e una serie di iniziative socializzanti.

L'Amministrazione comunale ha adesso deliberato (l'atto è immediatamente esecutivo) di affidarne la gestione alla parrocchia, che ha proposto un cofinanziamento diretto di 144mila euro per la durata di 15 anni. Deliberata inoltre la costituzione di un'Ats (Associazione temporanea di scopo) con la stessa parrocchia per la partecipazione al Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane e degradate e l'attribuzione dei relativi finanziamenti. "In questo modo – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo – si rende possibile la fruizione di uno spazio significativo all'interno del quartiere Madonna del Ponte, all'insegna di attività promosse dalla parrocchia, con la quale si crea una virtuosa collaborazione. Si tratta di attività finalizzate a produrre ricadute positive per quanti, anche nello stesso quartiere, versano in condizioni di disagio".