Igiene urbana, sindaco proroga ordinanza alla Tekra

Si sposta in Prefettura la trattativa per la salvaguardia dei livelli occupazionali del personale della Tekra, la ditta che ha gestito il servizio di igiene urbana e che si appresta a passare il testimone alla Ef Servizi Ecologici Srl di Misterbianco. Ieri, negli uffici del Centro regionale per l’Impiego di Ragusa, si è svolto un primo incontro tra i responsabili della Tekra, quelli della Ef Servizi Ecologici Srl, i rappresentanti sindacali e il sindaco, Giovanni Moscato; al centro della riunione, il confronto sul futuro dei lavoratori.

“L’amministrazione comunale – dichiara il primo cittadino – ha chiesto di tutelare il massimo livello occupazionale possibile, nel rispetto delle normative e dell’organizzazione aziendale, ed ha altresì chiesto che la nuova ditta metta in atto scrupolose verifiche sull’assunzione dei lavoratori, al fine di escludere qualsiasi collegamento o interferenza con la criminalità. La trattativa, sebbene abbia registrato alcuni passi in avanti su precisa richiesta dell’amministrazione comunale, verrà spostata in Prefettura. Spero che si raggiunga celermente un accordo, perché la città ha bisogno di un servizio efficiente. Nelle more, purtroppo, siamo costretti a prorogare l’ordinanza alla Tekra, al fine di consentire tra i dipendenti e la nuova ditta una trattativa che tuteli i livelli occupazionali. I ritardi nell’avvio del nuovo servizio di raccolta differenziata saranno dunque dovuti alla necessità di salvaguardare i lavoratori, che altrimenti rischierebbero il posto. Appena insediata la nuova ditta, partiremo immediatamente con la campagna comunicativa per poi finalmente iniziare la raccolta differenziata con il servizio porta a porta”.