Modica, lavoratori SpM senza stipendio: soldi bloccati

I lavoratori della SpM, la società partecipata del Comune, stanno ancora aspettando il pagamento degli stipendi arretrati. A denunciare la questione è il segretario della Cgil di Modica, Salvatore Terranova. “Neanche oggi l'Amministrazione comunale – commenta Terranova ha provveduto al pagamento degli stipendi ai lavoratori. Ce ne sono alcuni che vantano un arretrato di quattro mensilità. Non si può continuare così. Vogliamo che l’Amministrazione faccia chiarezza su come intende riallineare le mensilità pregresse, facendo magari un crono-programma sui tempi e sulle modalità con cui onorerà il debito”.

Il sindaco Ignazio Abbate interpellato sull’argomento spiega che l’Ente non potrà effettuare il pagamento degli stipendi. “Purtroppo – commenta Abbate – abbiamo ancora i conti correnti postali bloccati dopo la richiesta di pignoramento che era stata effettuata dalla Serit Sicilia. La richiesta era motivata dal mancato pagamento di un debito che il Comune aveva con la Serit. Noi abbiamo risolto la questione con la società alla quale verseremo il debito tramite una rateizzazione e loro ci hanno assicurato di aver già inviato una liberatoria alla direzione degli uffici postali per sbloccare i conti ma ad oggi non è stato fatto nulla. Se entro le prossime 24 ore i conti correnti non saranno sbloccati ci rivolgeremo alla Procura. Abbiamo un milione e 400 mila euro nei conti ma non possiamo utilizzarli. Voglio rassicurare i 107 dipendenti della SpM che non appena saranno sbloccati i conti verseremo circa 200 mila euro pari a una mensilità e mezza per ogni dipendente”. Il sindaco Abbate spiega che con i soldi "bloccati" si devono pagare anche gli stipendi dei dipendenti comunali. "Abbiamo già eseguito il mandato di pagamento di circa 700 mila euro - aggiunge Abbate - che corrisponde al corrispettivo mensile per il pagamento degli stipendi dei nostri dipendenti ma anche questi risultano bloccati.