Roma, defibrillatori ai Musei Vaticani

Defibrillatori lungo tutte le corsie dei Musei Vaticani e custodi istruiti ad utilizzarli. Questi requisiti danno vita alla prima area museale "Amica del cuore". E' quanto si evince dal piano di cardio-protezione realizzato in collaborazione con l'ospedale Pediatrico Bambino Gesù secondo standard internazionali certificati dall' American Heart Association, presentato a Roma. Ogni giorno i Musei Vaticani vengono visitati da circa 22 mila persone e nonostante il fatto che all’interno vi sono già infermieri e medici per garantire le emergenze è stato deciso di tutelare in maniera decisiva anche chi viene colpito da infarto.

Sono diciotto i defibrillatori automatici che sono stati istallati sul percorso di visita e 300 i custodi formati per utilizzarli potranno permettere un intervento di stabilizzazione del paziente nei primi secondi dall'evento cardiaco. A renderlo possibile, il know how fornito dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, accreditato come Centro di Formazione presso la celebre American Heart Association, principale società scientifica in materia di rianimazione cardiopolmonare.