Maschi senza cromosoma Y, studio in Giappone

Si può continuare ad essere maschio pun non avendo il cromosoma Y. Lo rivela uno studio condotto su una specie di piccoli roditori e la scoperta indica che il cromosoma maschile potrebbe avere almeno un sostituto. Pubblicata sulla rivista Scientific Reports, la scoperta si deve ai ricercatori giapponesi Tomofumi Otake e Asako Kuroiwa, dell'università di Hokkaido. In tutti i mammiferi con la placenta, compreso l'uomo, il cromosoma Y conferisce i caratteri sessuali maschili durante lo sviluppo dell'embrione, mentre gli embrioni che non hanno questo cromosoma diventano femmine. In particolare, a determinare il sesso maschile è il gene Sry, presente sul cromosoma Y, che 'accende' un gruppo di altri geni, come Sox9 e Amh, che svolgono un ruolo importante nella differenziazione sessuale. Ma il ratto spinoso Amami (Tokudaia osimensis) è un'eccezione, in quanto i maschi non hanno il cromosoma Y e quindi neanche il gene Sry.

I ricercatori per scoprire come mai si possa essere maschi anche senza il cromosoma Y, hanno ottenuto la mappa del Dna di questo roditore e l'hanno confrontata con quella del topo e nel ratto. Inoltre, utilizzando cellule in coltura, è stato osservato come funzionano i geni collegati al cromosoma maschile. Hanno scoperto in questo modo che, sebbene questo roditore non abbia il cromosoma Y e neanche il gene Sry, nel suo Dna sono presenti tutti gli altri geni cruciali per la determinazione del sesso maschile e sono gli stessi che negli altri mammiferi sono controllati e regolati dal gene Sry. Secondo i ricercatori in questi roditori potrebbe esserci un sostituto del gene Sry ancora da individuare. ''Ipotizziamo che nel roditore T. osimensis ci sia un gene sconosciuto che funzioni come sostituto del gene Sry'' ha detto Kuroiwa. Secondo l'esperto, ''la scoperta potrebbe aiutare nella comprensione del meccanismo di determinazione del sesso, che potrebbe essere indipendente dal cromosoma Y''. (Il piccolo roditore privo del cromosoma Y - fonte: datab.us)