Ragusa, modificato regolamento pubblicità

La proposta di modifica del regolamento comunale per la disciplina della pubblicità e delle affissioni è stata modificata dal Consiglio comunale. La proposta nel quale è stata inserita l’applicazione del protocollo tra l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e l’Istituto per l’Autodisciplina Pubblicitaria, che prevede modelli di comunicazione ispirati al rispetto della dignità della donna e del principio di pari opportunità. La modifica era stata sottoposta al vaglio del civico consesso dal Consigliere del Lab 2.0 Manuela Nicita, membro della Commissione Pari Opportunità dell’Anci nazionale.

“Sono molto soddisfatta – dichiara – perché in questo modo il Comune di Ragusa si è adeguato ad un sistema di disciplina nazionale che la Commissione nazionale Pari Opportunità dell’Anci ha promosso per fare in modo che chi ha intenzione di usare le affissioni locali per fare pubblicità debba attenersi a modelli di comunicazione commerciali rispettosi dell’universo femminile. La pubblicità autorizzata dal Comune di Ragusa dovrà essere, quindi, corretta sul piano della dignità della donna, rispettando i principi di pari opportunità rappresentando i generi coerentemente con l’evoluzione dei ruoli nella nostra società e rifiutando gli stereotipi maschilisti”.

“Nel regolamento – spiega Nicita – è stato inserito il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale IAP al quale gli inserzionisti dovranno attenersi pena la rimozione di un eventuale messaggio pubblicitario ritenuto offensivo della dignità della donna. Per gli inserzionisti, inoltre, è prevista la possibilità di consultare preventivamente gli organi di autodisciplina in modo da comprendere la qualità del messaggio che si intende diffondere prima che sia dato alle stampe, potendolo modificare per tempo”. (Foto web)