Pozzallo, cerca di ingoiare la droga: arrestato

I carabinieri della Stazione di Pozzallo hanno eseguito uno specifico servizio antidroga sul territorio di competenza, in particolare nei pressi dei luoghi maggiormente frequentati e punto di ritrovo di giovani.  Nel corso del servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, i carabinieri hanno arrestato un 26enne, Biagio Giugno, pozzallese, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso con diverse dosi di marijuana e soldi in contanti. Il giovane, infatti, è stato notato dai militari dell’Arma mentre camminava a piedi con fare sospetto e si soffermava a parlare con un gruppo di ragazzi in una via del centro, luogo di ritrovo di molti giovani. Dopo averlo seguito nei movimenti, i militari dell’Arma hanno deciso di controllarlo ed il giovane ha subito manifestato segni di nervosismo, tanto che, nel tentativo di sottrarsi al controllo, prima ha strattonato i militari operanti ed ha provato a dileguarsi nelle vie limitrofe ma è stato subito bloccato, poi ha tentato vanamente di ingerire un involucro che nascondeva in una tasca dei pantaloni.

A questo punto, il ragazzo, una volta portato alla calma, è stato sottoposto a perquisizione personale ed è stato trovato in possesso di circa 5,5 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, suddivisa in quattro singole dosi, contenute nell’involucro che aveva poco prima tentato di ingerire, nonché ulteriori 28 grammi di analoga sostanza stupefacente, nascosta negli slip, e la somma in contanti di 50 euro, verosimilmente provento dell’attività di spaccio. Il giovane, dunque, è stato condotto in caserma e dichiarato in stato di arresto per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti e, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa. Intanto, i soldi provento dello spaccio e lo stupefacente sono stati sequestrati e, quest’ultimo, sarà successivamente inviato al laboratorio di analisi dell’Asp di Ragusa per i risultati qualitativi e quantitativi al fine di stabilirne con precisione le dosi ed i guadagni che si sarebbero potuti ricavare dall’attività di spaccio.
Si tratta del secondo ragazzo arrestato per spaccio di stupefacente in soli due giorni a Pozzallo, ove recentemente si è registrato un forte coinvolgimento di giovani in tale fenomeno illecito, tanto che, I Carabinieri della locale Stazione stanno proseguendo un’intensa attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti con mirati servizi antidroga finalizzati anche alla tutela dei giovani ragazzi che, solitamente più sensibili, troppo spesso vengono facilmente attirati in questo tipo di fenomeno, sicuramente ignari delle gravi conseguenze che ne possono derivare.