Diabete tipo 1: in arrivo il primo pancreas artificiale

Svolta per i malati di diabete di tipo 1. La FDA (Food and Drug Administration) ha approvato un nuovo dispositivo (MiniMed 670g ibrido di Medtronic), che ha lo scopo di monitorare il glucosio nel sangue (zucchero) e di iniettare automaticamente insulina nelle persone affette da diabete di tipo 1. Una vera e propria rivoluzione per tutti quei pazienti costretti ad iniettarsi insulina nelle ore prestabilite e soprattutto il fastidioso utilizzo di siringhe, penne o altri dispositivi simili.

Prodotto dalla Medtronic, l’apparecchio si chiama MiniMed 670G: composto da un glucometro con sensore sottopelle e da un microinfusore che interagiscono tra loro grazie ad un algoritmo, lo SmartGuard HCL, che regola il livello di glucosio nel sangue, stabilendo la quantità di insulina necessaria. “La FDA ha contribuito a migliorare la qualità della vita delle persone affette da diabete di tipo 1 - afferma Jeffrey Shuren, MD, JD, direttore della FDA del centro per i dispositivi e radiologia sanitaria. “Questa importante tecnologia, prima nel suo genere, è in grado di fornire alle persone con diabete di tipo 1 una maggiore libertà di vivere la loro vita senza dover monitorare costantemente e manualmente i livelli di glucosio basale e la successiva somministrazione di insulina.” L'ibrido MiniMed 670g, definito come “pancreas artificiale”, ha lo scopo di regolare i livelli di insulina con poco o nessun input da parte dell'utente. Funziona misurando i livelli di glucosio ogni cinque minuti e automaticamente, somministra o sospende l’erogazione di insulina.

Il sistema comprende un sensore che si attacca al corpo per misurare i livelli di glucosio sotto la pelle; una pompa di insulina legato al corpo; e un cerotto di infusione collegato alla pompa con un catetere che rilascia insulina. Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, circa il 5% delle persone con diabete hanno diabete di tipo 1. Conosciuto anche come diabete giovanile, il diabete di tipo 1 è di solito diagnosticato nei bambini e nei giovani adulti. I rischi associati all’uso del nuovo sistema possono includere l’irritazione della pelle, rossore intorno al patch di infusione. Ancora in fase sperimentale, i risultati sono stati pubblicati sul Journal of the American Medical Association (Jama) dimostrando che il dosaggio automatico dell’insulina durante la giornata è sicuro e comodo, con un impatto positivo per la qualità di vita dei pazienti, soprattutto durante le ore notturne.