Ipertensione, ne soffre un italiano su tre

Un italiano su tre soffre di pressione alta ma solo uno su due lo sa. In Italia sono 17 milioni gli ipertesi. L'ipertensione spesso si manifesta anche in età adolescenziale ma spesso, come sottolineano cardiologi e pediatri, non si sa perchè vi è la scarsa abitudine di misurare la pressione ai bambini. Di tutto ciò se ne parlerà in occasione del congresso nazionale della Società italiana dell'ipertensione arteriosa (Siia), in programma dal 6 al 9 ottobre a Firenze. Prevenzione dell'ipertensione, corretti stili di vita e nuove tecnologie - tra cui app per smartphone - come aiuto per la cura saranno alcuni degli argomenti al centro della discussione.

Secondo i dati diffusi dalla Siia, appena un paziente iperteso su quattro è adeguatamente curato. Questo fa dell'ipertensione un vero e proprio 'killer silenzioso', spiegano gli esperti, che in Italia rappresenta la principale causa di malattie cardiovascolari provocando 240 mila morti ogni anno, il 40% di tutte le cause di morte. L'ipertensione, infatti, è causa di malattie cardiovascolari quali: infarto del miocardio, ictus cerebrale, scompenso cardiaco.