Motor Show a Bologna

Tutto pronto a Bologna per la 40esima edizione del Motor Show. Il salone alzerà il sipario alla fiera di Bologna il prossimo 3 dicembre in un nuovo formato, fino all'11, che mette al centro i motori e la passione per l'auto declinata nelle diverse espressioni: dal business al mercato, dallo sport alla tradizione, dal design alla tecnologia per toccare i temi della performance, dell'efficienza e della cultura. Una immersione a tutto tondo nel mondo dei motori, presentata oggi a Palazzo D'Accursio, sede del Comune di Bologna, nel cui cortile ha rombato, benaugurante, una fiammante Lamborghini azzurra. Quello della casa bolognese, sarà una dei tanti marchi presenti alla kermesse emiliana. Ad oggi, è stato spiegato alla presentazione del salone circa i due terzi dei 'brand' internazionali e presenti in Italia hanno già confermato la loro partecipazione, tra cui Fca.

"Quando si è deciso di rilanciarlo - ha spiegato il direttore del Motor Show, Rino Drogo - l'obiettivo era quello di ottenere i due terzi dei marchi: grazie a Fca che sarà presente con tutti i suoi marchi, la quota del 66% la abbiamo raggiunta. Poi - ha aggiunto - ci sarà la Toyota per il lancio della Chr e l'auto elettrica di Mitsubishi. Forse - ha argomentato ancora - si fa prima a dire chi non c'è: tra i grandi gruppi non ci sarà Volkswagen anche se ci sarà la Lamborghini". Quanto al pubblico, ha aggiunto Drogo, "non penso di poter tornare ai fasti dei primi anni del Duemila con 900.000 o un milione di presenze ma il target che spero di superare è quello delle 250.000".