Conclusa la visita ispettiva al Maggiore di Modica

Sono nove gli ispettori ministeriali, tra cui un capitano dei carabinieri e altri due militari dei Nas, che stamattina sono arrivati all'ospedale Maggiore di Modica. Alle 8 si sono presentati in direzione sanitaria dove ad attenderli c'era il direttore sanitario Pietro Bonomo. La commissione ministeriale ha voluto ascoltare sia il direttore di presidio che i direttori delle Unità operative di Anestesia e Rianimazione Rosario Trombadore, del Pronto Soccorso Roberto Ammatuna, e il facente funzione del reparto di Cardiologia Guglielmo Piccione. L'incontro a porte chiuse è durato tutta la mattina. Gli ispettori hanno acquisito la documentazione dei casi di presunta malasanità, in ultimo quello legato alla morte di Roberto Cannata, da cui è scattata la richiesta di un ispezione ministeriale voluta dal deputato nazionale, Nino Minardo. Secondo indiscrezioni gli ispettori oltre a requisire le cartelle e altri documenti hanno voluto dettagli sulla rete di emergenza che afferisce nel nosocomio modicano.