Fiera Emaia, Palazzolo commissario straordinario Municipalizzata

E’ stato oggi nominato il commissario straordinario dell’azienda municipalizzata Fiere e Mercati: si tratta del dottor Giuseppe Palazzolo. Inizia così per l’amministrazione Moscato la fase di verifica delle gravissime criticità dell’Emaia e del suo bilancio.
“Con la nomina del dottor Palazzolo – ha spiegato il primo cittadino – inizia una fase di accertamento delle condizioni dell’ente fieristico. Al commissario straordinario, un commercialista stimato e di comprovata esperienza sul campo, spetterà il compito di analizzare la situazione attuale. Una situazione gravissima e che abbiamo ereditato dopo anni di cattiva gestione con milioni di euro di debiti e un tracollo graduale ma inesorabile”.

“Il fiore all’occhiello della città è stato affossato e già in passato da opposizione, attraverso la richiesta di una commissione consiliare d’indagine - poi bocciata - abbiamo cercato di fare piena luce sulla gestione Emaia. Adesso avremo la possibilità – attraverso il commissario straordinario, al quale auguro un buon lavoro – di fare finalmente chiarezza e di verificare le condizioni dell’ente fieristico che appaiono gravate da tantissime criticità e le eventuali responsabilità degli ex amministratori. L’Agrem è saltata – certamente per responsabilità non imputabili alla nostra amministrazione – e non possiamo permetterci di perdere la Campionaria di Novembre e la nomina fatta è il primo passo per iniziarne a predisporne l’organizzazione . Nelle prossime settimane – con un quadro delineato e con numeri alla mano – potremo definire il futuro dell’Emaia”.

E’ stato oggi nominato il commissario straordinario dell’azienda municipalizzata Fiere e Mercati: si tratta del dottor Giuseppe Palazzolo. Inizia così per l’amministrazione Moscato la fase di verifica delle gravissime criticità dell’Emaia e del suo bilancio.
“Con la nomina del dottor Palazzolo – ha spiegato il primo cittadino – inizia una fase di accertamento delle condizioni dell’ente fieristico. Al commissario straordinario, un commercialista stimato e di comprovata esperienza sul campo, spetterà il compito di analizzare la situazione attuale. Una situazione gravissima e che abbiamo ereditato dopo anni di cattiva gestione con milioni di euro di debiti e un tracollo graduale ma inesorabile”.

“Il fiore all’occhiello della città è stato affossato e già in passato da opposizione, attraverso la richiesta di una commissione consiliare d’indagine - poi bocciata - abbiamo cercato di fare piena luce sulla gestione Emaia. Adesso avremo la possibilità – attraverso il commissario straordinario, al quale auguro un buon lavoro – di fare finalmente chiarezza e di verificare le condizioni dell’ente fieristico che appaiono gravate da tantissime criticità e le eventuali responsabilità degli ex amministratori. L’Agrem è saltata – certamente per responsabilità non imputabili alla nostra amministrazione – e non possiamo permetterci di perdere la Campionaria di Novembre e la nomina fatta è il primo passo per iniziarne a predisporne l’organizzazione . Nelle prossime settimane – con un quadro delineato e con numeri alla mano – potremo definire il futuro dell’Emaia”.