Festa per San Vito a Chiaramonte Gulfi

La salita del simulacro di San Vito dalla chiesa dedicata al martire giovinetto sino al Duomo, attraverso le viuzze del centro storico, ha sancito l’avvio, ieri sera, delle cerimonie religiose concernenti il triduo solenne in onore del Patrono. L’intera cittadina di Chiaramonte si è risvegliata in festa questa mattina e lo sarà ancora sino a domenica 28 agosto quando sono previsti i momenti più intensi delle celebrazioni. Ieri sera, dopo la recita del Rosario e la litania a San Vito, i fedeli hanno trasportato a spalle il simulacro del santo sino a raggiungere la Chiesa madre dopo la solenne uscita della reliquia e della statua. Il martire è stato salutato con fede e devozione, lungo il passaggio nelle suggestive stradine della cittadina montana, da numerosi residenti che hanno così tributato i doverosi ossequi al Patrono, raccomandandosi, in alcuni casi, per la salute, affinché, soprattutto è quanto hanno chiesto i più anziani, non riservi sorprese.

Il simulacro, dopo essere stato benedetto all’arrivo in piazza Duomo e prima dell’entrata in Chiesa madre, è stato poi collocato sull’altare maggiore dove rimarrà per tutta la durata del triduo. Il momento clou delle celebrazioni religiose è in programma nella giornata di domenica quando, alle 8, lo scampanio darà il via ufficialmente alla festa. Le celebrazioni eucaristiche sono in programma alle 9 e alle 11. Alle 10 il corpo bandistico Vito Cutello percorrerà le vie principali della città. A mezzogiorno in punto, poi, tutta Chiaramonte sarà pervasa dal festoso scampanio proveniente dalle chiese cittadine mentre in piazza Duomo saranno eseguite delle marce sinfoniche. Nel pomeriggio di domenica, alle 18, grande attesa per la tradizionale offerta della torcia da parte della venerabile confraternita Maria Santissima della Misericordia in San Giovanni Battista. In piazza Duomo, a seguire, l’esecuzione di altre marce sinfoniche. Quindi, alle 19, la solenne celebrazione eucaristica alla presenza di tutte le autorità civili, militari e religiose cittadine. Alle 20, la tradizionale uscita della reliquia e del venerato simulacro del Patrono San Vito e la processione per le vie di Chiaramonte con visita alle chiese di Santa Maria di Gesù, San Giovanni Battista e Santissimo Salvatore. Alle 22,30, in piazza Duomo, dopo l’entrata trionfale del simulacro, il tradizionale messaggio di fede da parte del parroco, padre Salvatore Vaccaro, rettore della chiesa che ospita il simulacro del martire. Alle 23,30 il rientro di San Vito nella chiesa patronale: l’ultimo momento significativo per i devoti che segnerà la conclusione della giornata di festa. Intanto, domani sera, sabato 27 agosto, alle 21,30, in piazza Duomo, ci sarà la gran serata di musica e spettacolo con la partecipazione di Antonella Arancio, Manlio Dovì, Tribut Band di Ligabue, presentati da Cristina Del Basso.