Chiaramonte Gulfi, 205 iscritti alla Salita dei Monti Iblei

Si poteva ampiamente immaginare nei giorni scorsi, ma ora è tutto confermato. Per la 59a Salita dei Monti Iblei si prospetta un’edizione da record. A partire dal numero di iscrizioni pervenute ed ufficializzate in queste ore da parte del comitato organizzatore della competizione automobilistica con base a Chiaramonte Gulfi, nel Ragusano, città “dell’Olio” e dei Musei. Ben 205 piloti, in rappresentanza del Sud Italia, di Calabria e Sicilia, hanno infatti deciso di appoggiare il progetto agonistico del Team Palikè Palermo, della Pro Monti Iblei e dell’Amministrazione comunale di Chiaramonte Gulfi, per quanto concerne la 59° Salita dei Monti Iblei valevole per il Tivm e per la 59° Coppa Monti Iblei riservata alle Autostoriche, che apriranno con “charme” la manifestazione.

La ripartizione tra le due competizioni vede 164 piloti presenti tra le Moderne ed altri 41 tra le “Ancienne”, per un totale, appunto di 205 unità (lo scorso anno gli iscritti furono 190). Tra le curiosità statistiche, a fare la parte del “leone”, per numero di presenze in gara, saranno le spettacolari e potenti vetture Prototipo, ben 30 ai nastri di partenza (5 vetture tra le CN, 15 bolidi iscritti nel gruppo E2SC, per Prototipi biposto ed altre 10 auto presenti tra le E2SS, ossia i Prototipi monoposto). Divertimento assicurato anche tra Le Bicilindriche, con ben 27 ‘pepate’ Fiat 500 e Fiat 126 a darsi battaglia sui 5,500 km del tracciato chiaramontano, tutte meno una a caccia del super favorito della kermesse, il catanese (di Bronte) Andrea Currenti, vincitore lo scorso anno con la Fiat 500 della Cst Sport di Gioiosa Marea, senza nulla togliere ai catanesi Marco Monaco, Daniele Portale e Orazio Laudani, tanto per citare alcuni nomi.

E1 Italia è attestato sulle 29 unità. Seguono i gruppi A (18), E1A (10), Racing Start, Racing Start Plus, E1N e E2SH (tutti con 5 presenze annunciate). Come si può facilmente intuire sarà spettacolo per l’intero weekend, per tutti gli appassionati di motori che decideranno, tra qualche ora, di confluire a Chiaramonte Gulfi (dove da settimane non si trovano più posti letto disponibili).
Ma la 59° Salita dei Monti Iblei sarà anche una competizione comprensibilmente velata di tristezza e per questo votata alla solidarietà. Il pensiero degli organizzatori e di tutti gli sportivi siciliani corre infatti alle tante vittime ed alle popolazioni vessate dal terribile terremoto che martedì notte ha colpito una vasta area del centro Italia, provocando lutti e distruzione. Per questo motivo, domenica mattina, i motori taceranno a Chiaramonte Gulfi, sebbene per un semplice ma significativo minuto, prima della partenza di Gara 1, prevista inizialmente come da regolamento alle 9. Ciò per onorare, almeno con la memoria, le tantissime persone decedute e coloro i quali si sono visti sconvolgere la vita. Il semaforo verde alla Monti Iblei verrà quindi acceso alle 9.01, un piccolo segno di vicinanza.

Virando inevitabilmente sulla sfera sportiva della 59a Salita dei Monti Iblei, va rimarcata una graditissima novità dell’ultima ora. A movimentare e nobilitare ulteriormente la vigilia della “classica” ragusana, già carica di motivi di interesse, ci penserà infatti domenica il principe catanese Enrico Grimaldi di Nixima presidente della Scuderia Etna. L’indimenticato plurivincitore di ben otto Coppa Monti Iblei (a quei tempi la cronoscalata portava questa denominazione), comprese tra il 1977 ed il 1992, onorerà con la sua certa presenza lungo la linea di partenza ed il paddock l’intera kermesse, non mancando di raccontare alcuni aneddoti relativi alla sua lunghissima carriera automobilistica sui tracciati di tutta Italia.