Marcello Perracchio al teatro comico di Caucana

Divertimento assicurato. Ma soprattutto la presenza di un grande personaggio del teatro siciliano come Marcello Perracchio. Per non dire della simpatia di una compagnia come quella del “Liotru” di Catania che, ieri sera, al Circolo velico Kaucana, ha dato il via alla terza edizione del festival regionale del teatro comico portando in scena “Il settimo si riposò”, tre atti scritti da Samy Fayad, con la regia di Grazia Nicotra. Ci sono stati, insomma, tutti gli ingredienti per una serata all’altezza della situazione, conclusa, tra l’altro, da una abbondante spaghettata per tutti gli spettatori che hanno voluto essere presenti alla rappresentazione d’esordio della rassegna. L’associazione culturale Palco Uno, con la direzione artistica di Maurizio Nicastro, ha colpito ancora una volta nel segno proponendo una stagione di assoluto rilievo. Dopo quello di ieri sera, saranno quattro gli appuntamenti a cadenza settimanale che caratterizzeranno, sino al 23 agosto, il festival. E in più ci sarà un fuori rassegna dedicato al teatro classico in programma il 17 agosto.

A Poggio del sole resort, infatti, sarà proposto Lisistrata di Aristofane. “Abbiamo cominciato come meglio non si poteva – afferma Maurizio Nicastro – il tutto, tra l’altro, impreziosito dalla presenza di un istrione come Marcello Perracchio, un nostro grande amico ma soprattutto un attore che non ha bisogno di presentazioni e che ha proiettato le peculiarità del nostro territorio in ambiti nazionali ed internazionali, grazie anche alla sua partecipazione alla fiction tv de “Il commissario Montalbano”. Nonostante i suoi molteplici impegni, Marcello Perracchio, ogni qualvolta si parla di teatro comico siciliano, fa subito registrare la sua presenza perché è un grande appassionato di questo genere e lo testimonia in ogni occasione. Che dire, poi, della compagnia Liotru? Davvero dei grandi professionisti che, tra l’altro, ci hanno fatto l’onore di trascorrere assieme a noi una giornata al mare. Perché è anche questo lo spirito del festival, quello di cementare i rapporti durante il periodo estivo quando si ha l’opportunità di trascorrere un poco più di tempo all’aria aperta e facendo le cose che più piacciono. E per tutti noi il teatro è una tra queste. Una passione che non si estingue mai. Grazie, dunque, a tutti coloro che si sono adoperati per la migliore riuscita di questa serata d’apertura. E diamo appuntamento sin da ora a venerdì prossimo”.