Ragusa, da stasera Ibla Grand Prize

Venticinque candeline per uno dei concorsi dedicati alla musica classica più attesi sul panorama internazionale. Raggiunge la 25^ edizione “Ibla Grand Prize”, la manifestazione che vede la partecipazione di centinaia di giovani artisti, tra pianisti, cantanti, strumentisti e compositori, provenienti da tutto il mondo. Da stasera fino al 20 luglio prossimo, la città di Ragusa respirerà un’atmosfera magica, fatta di note, melodie, arie classiche e originali. Tantissimi i concerti in programma in diverse suggestive location a Ragusa Ibla e a Ragusa superiore tra importanti novità e tradizione. Sarà un’ edizione spettacolare in omaggio alla compianta baronessa Maria Zerilli Marimò, da sempre sostenitrice del concorso internazionale, scomparsa prematuramente qualche mese fa a New York, grande amica della Ibla Foundation e del maestro Salvatore Moltisanti, direttore artistico della manifestazione. Alla baronessa sarà dedicata una delle novità del concorso: due concerti d’organo di musica sacra alla Cattedrale di San Giovanni a Ragusa, sabato 16 e mercoledì 20 luglio, che seguiranno la celebrazione della SS Messa delle 19.00 in ricordo della baronessa. Altra novità di questa edizione sarà la presentazione dell’ultimo libro di Fabio Canino “Rainbow Republic” (ed Mondadori), volto noto al grande pubblico per la trasmissione di Rai 1 “Ballando con le stelle”, in programma venerdì 15 e sabato 16 a Piazza Pola. Nel segno della tradizione il concorso vedrà la partecipazione di oltre 150 giovani talenti provenienti da tutto il mondo, quest’anno sarà presente anche una delegazione iraniana tra i primi ad aver ottenuto i visti per venire in Italia.

Gli artisti si esibiranno come sempre nei siti più prestigiosi e suggestivi di Ragusa Ibla, come la Piazza della Chiesa del Purgatorio, le Botteghe di via del Mercato, Palazzo Arezzo di Trafiletti, Piazza Pola, Palazzo Ottaviano Bruno, Chiesa di Santa Teresa e la sala Falcone Borsellino. I vincitori, scelti da una giuria di altissimo livello, avranno la possibilità di esibirsi nei teatri più importanti al mondo, come è accaduto per quelli delle precedenti edizioni che sono stati presentati presso il Lincoln Center Alice Tully Hall e la Carnegie Hall di New York City, Tokyo Opera City Hall, Tchaikovsky Bolshoi Hall di Mosca oltre ad altre prestigiose Università negli Usa, Canada, Europa, Russia, Indonesia, Vietnam, Cambogia, Thailandia e Giappone. Confermati infine, come ogni anno, il concerto di beneficenza a Villa Criscione, domenica 17 luglio alle ore 21.30, e quello a Villa Anna, lunedì 18 luglio alle ore 21.30. “Lo standard che il mondo internazionale si aspetta da noi - ha spiegato il direttore artistico Salvatore Moltisanti stamani durante la conferenza stampa di presentazione del concorso 2016 al Comune di Ragusa - è sempre più alto, quest’anno ancora di più, data la tappa importante che Ibla Grand Prize ha raggiunto. Questa edizione sarà un omaggio alla compianta baronessa Marimò, da sempre nostra sostenitrice e amica, sarà un’esaltazione della sua vita e della grande occasione che abbiamo avuto nel conoscerla”. Il concorso come ogni anno beneficerà di un contributo da parte dell’Amministrazione comunale: “Ibla Grand Prize è una delle manifestazione più storiche e più importanti per la città, in cui l’Amministrazione crede tanto – ha spiegato il vicesindaco Massimo Iannucci - E’ per questo che abbiamo deciso di sostenerla con un contributo economico in via di definizione”. Un appoggio particolare alla manifestazione è arrivato anche dal Rotary Club di Ragusa che, in occasione del 60° anniversario della sua fondazione, ha istituito un premio speciale, l’Ibla Grand Prize Rotary Ragusa Award, il cui vincitore riceverà una somma in denaro e avrà la possibilità di esibirsi alla Carnegie Hall, insieme ai vincitori del concorso ufficiale, il 9 maggio del prossimo anno.