Xiaomi punta sulla bici smart

La compagnia cinese Xiaomi che si definisce "tecnologica" a 360 gradi lancia una bicicletta smart. Si chiama QiCycle ed è una bici elettrica pieghevole pensata per i pendolari, con in più un display che tiene il conto di tutti i parametri dell'attività fisica, dalla distanza alla velocità, alle calorie bruciate. In vendita in Cina per l'equivalente di 400 euro, è dotata di motore per la pedalata assistita, batteria Panasonic con autonomia di 45 km e cambio Shimano. Il peso è di 14,5 kg, e una volta ripiegata può essere inserita nel bagagliaio dell'auto.

La bici è sviluppata da iRiding, una startup in cui Xiaomi ha investito e con cui ha portato sul mercato pochi mesi fa la QiCycle R1, una bici da 3mila dollari pensata per ciclisti professionisti o molto appassionati. La due ruote, in fibra di carbonio che ne riduce il peso a 7 kg, è dotata di una serie di sensori che monitorano in tempo reale diversi aspetti della pedalata.