Epatite C, la cura con farmaci innovativi

Curare l'epatite C con i nuovi farmaci già disponibili da quasi due anni nel nostro Paese. Si è discusso di questo a Napoli durante il convegno organizzato da Epac onlus dal titolo "L'offerta dei farmaci innovativi a tutti i pazienti con epatite C: limitare l'accesso e' l'unica soluzione?". I nuovi farmaci ad azione antivirale diretta sono in grado di modificare radicalmente la storia naturale dell'epatite C con la possibilità di guarigione di oltre il 95%. L'accesso a questi trattamenti è ora possibile in centri autorizzati e solo per alcune categorie di pazienti individuate da Aifa, i piu' gravi.

Ad oggi in Italia sono stati curati oltre 48.000 pazienti, di questi oltre 6.000 in Campania. L'infezione da virus C non colpisce solo il fegato, ma deve essere considerata una malattia sistemica che può interessare il sistema endocrino e immune, il sistema nervoso centrale, l'apparato cardio-vascolare. L'Associazione americana per lo studio del fegato (AASLD) recentemente ha modificato le linee guida per la cura dell'epatite cronica C con i nuovi antivirali raccomandando il trattamento per HCV a tutti i pazienti, sulla scorta degli evidenti benefici dell'eradicazione virale anche nei pazienti con malattia lieve.