Leonardo Merçon a Modica per Welcome to Paradise

Nato a Vitória, in Brasile, 35 anni appena compiuti, impegnato da dodici anni come fotografo per la salvaguardia e la tutela della natura - con collaborazioni di grande rilievo tra cui quella con Sebastião Salgado - Leonardo Merçon è diventato famoso in tutto il mondo con una foto del disastro ambientale del Rio Doce che nel giro di pochissimo ha conquistato 6 milioni di visualizzazioni sui social ed è passata su tutti i principali network mondiali. Merçon, che ha già pubblicato sei libri e in Brasile guida anche Últimos Refúgios, una Ong no profit che si occupa di sensibilizzazione ambientale, sarà tra gli ospiti della sesta edizione di Welcome to Paradise a Modica e ne aprirà, con la sua mostra fotografica, l’anteprima in città.

L’appuntamento è per giovedì 19 maggio alle ore 19.30 nell’Atrio di Palazzo San Domenico sarà inaugurata la mostra di Merçon “Lagrimas do Rio Doce”, le lacrime del fiume Doce.
Dal 5 novembre 2015, quando due dighe contenenti vari milioni di rifiuti tossici da operazioni minerarie sono crollate, generando il peggior disastro ambientale della storia del Brasile, Leonardo Merçon è impegnato a documentare la "fukushima brasiliana" di Minas Gerais, che ha ucciso 17 persone e migliaia di pesci. Leonardo Merçon ha ritratto i drammatici momenti della marea di fango del fiume Rio Doce, verso l’Oceano, e le sue immagini sono stata usate da diversi giornali internazionali.